Referendum, Di Maio a Sky TG24: "Stanno volando tante bugie sul voto"

1' di lettura

Il vicepresidente della Camera ai microfoni di Sky TG24: “Renzi ci sta fregando con questa riforma”. Grillo: lo denunceremo per falsa scheda sul SenatoVIDEO - SPECIALE

“Questa è una riforma con cui Renzi ci sta fregando. Ci ha già fregato tante volte, lo ha già fatto con il Jobs Act, con la Buona scuola”. A pochi giorni dal voto del 4 dicembre (LO SPECIALE) il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio parla ai microfoni di Sky TG24 del referendum costituzionale. “La riforma ci toglierebbe il diritto di votare il Senato e invece darebbe l’immunità parlamentare a consiglieri e presidenti di Regione come Vincenzo De Luca”.

 

Di Maio: “Stanno volando bugie” - Secondo l’esponente del M5S, “i toni sono pesanti e stanno volando tante bugie. Se il premier ci dice bugie i toni inevitabilmente si alzano. Che lui agiti una scheda elettorale inesistente del Senato è scandaloso”. Per Di Maio “se vince il No chiudiamo un’epoca di governi di scopo, arrivati a Palazzo Chigi con un tweet. E mandiamo a casa anche un po’ di gente che vota il No, perché non stiamo comunque insieme. Si tratta di salvare la Costituzione dallo stravolgimento di 47 articoli”.

 

Grillo: denuncio Renzi per scheda falsa - Ed è contro le “bugie” di Renzi che si scaglia anche Beppe Grillo che dal suo blog fa sapere che “denuncerà il presidente del Consiglio per la falsa scheda elettorale del Senato”. E spiega. "Se non esiste nessuna legge elettorale per i senatori, e la sua riforma dice che saranno votati dai consigli regionali, come può esistere una scheda per il Senato? Da quando il Pd fa le schede elettorali per i cittadini di tutta Italia? Renzi ha portato la bugia a un altro livello, l'ha istituzionalizzata. Non è più possibile distinguere il falso dal vero quando - aggiunge Grillo - il presidente del consiglio dei ministri stampa e mostra a tutti un documento senza alcuna validità spacciandolo come ufficiale".

Poi, attraverso il montaggio di dichiarazioni video di Renzi e Di Maio, propone sempre sul suo blog, un confronto virtuale tra il capo del governo e l’esponente del M5S.

 

Renzi: mi denuncino - Immediata la replica di Renzi, che arriva durante la nella diretta Facebook #Matteorisponde. "Se Grillo e i Cinque stelle vogliono denunciarmi facciano: io domani sarò a Palermo e là sanno qual è il percorso per il tribunale..." scrive il premier facendo riferimento implicito alla vicenda delle firme false che coinvolge il M5s a Palermo. 

 

“Se vince il Si ci consegnamo alla Germania” - Di Maio, intanto, commenta anche l’annuncio di Romano Prodi che si è schierato per il Si: “Dopo Napolitano e il ministro della Merkel ora anche lui. Sono i signori dell’austerity che danno l’endorsement alla riforma e non è un caso. Se vince il Si ci consegniamo mani e piedi alla Merkel e alla Germania”. Infine, Di Maio ha auspicato che se dovesse vincere il No “si vada a nuove elezioni” ma non sappiamo se Renzi si dimetterà in caso di sconfitta (L'INTERVISTA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO A SKY TG24).

Leggi tutto