Referendum: 50,7 milioni gli italiani chiamati al voto

1' di lettura

I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 di domenica 4 dicembre. Poi lo scrutinio con i dati in tempo reale su SkyTG24.it. LO SPECIALE

Al voto per il referendum sulla riforma costituzionale, il 4 dicembre, potrebbero partecipare 50,7 milioni di persone. È questo il numero degli elettori potenziali calcolato dal Viminale con i dati a sua disposizione. 

 

I numeri - Il corpo elettorale italiano è diviso in 7.998 Comuni e 61.551 sezioni, ed è composto da 46.714.950 elettori, di cui 22.465.280 sono uomini e 24.249.670 sono donne. Bisogna poi considerare anche gli italiani che hanno votato dall'estero e che sono quasi quattro milioni (3.995.043). Fra questi, gli uomini sono circa due milioni (2.077.455), mentre le donne si fermano a quota 1.917.587. 

 

Le modalità del voto e i documenti - Il 4 dicembre, i seggi saranno aperti dalle 7 alle 23. Lo scrutinio si svolgerà subito dopo la fine delle votazioni, in contemporanea con quello dei voti arrivati per posta dall'estero. Per poter votare, come ha ricordato il ministero dell'Interno, sarà necessario presentarsi negli uffici elettorali in cui si è iscritti con un documento di identità e con la tessera elettorale personale a carattere permanente. Nel caso in cui la tessera sia stata persa, o che su questa non ci sia più spazio per apporre il timbro, i cittadini potranno chiederne una nuova agli uffici comunali. Per far fronte a questa possibilità, nelle giornate di venerdì 2 dicembre e sabato 3, gli uffici rimarranno aperti dalle 9 alle 18. Il giorno delle votazioni, invece, l'orario di apertura si estenderà dalle 7 alle 23, cioè per tutta la durata delle operazioni di voto. Dopo lo spoglio delle schede, i risultati aggiornati verranno pubblicati sul sito di Sky TG24.

 

 

 

Leggi tutto