Referendum, Pd in piazza. Renzi: “Nostro destino è cambiare l'Italia”

1' di lettura

Manifestazione in Piazza del Popolo. Sotto al palco anche Cuperlo della minoranza Dem. Di Maio (M5S) attacca il premier: "Paga un superconsulente coi soldi dei rimborsi elettorali". Salvini evoca il rischio brogli

Il Pd scende in Piazza per il Sì al Referendum (LO SPECIALE). Assente la minoranza Dem, ma arriva Cuperlo (VIDEO) che vede la via del dialogo stretta ed è pronto a votare “No” senza accordo sull'Italicum. Renzi tende la mano: “Il nostro destino non è litigare al nostro interno, ma cambiare l'Italia” (FOTO).

 



Il premier alla minoranza dem: “Non fate fallire anche noi” - Il premier avverte poi la “vecchia guardia”: “Voi avete fallito, non fate fallire anche noi”. E ancora: “Il vero partito della nazione è quello del No, da Brunetta a Travaglio, da Gasparri a Tremonti, da Berlusconi a D'Alema” (VIDEO). Su possibile modifiche all'Italicum, ribadisce: “La porta è spalancata, ora non si usi la Legge elettorale come alibi, perché siamo pronti a cambiarla”. Poi si rivolge all'Ue: “L'Italia non accetterà che il fiscal compact venga inserito nei Trattati”.

 



Salvini evoca brogli - Oggi è tornata a farsi sentire anche l'opposizione. Luigi Di Maio (M5S) ha accusato il premier: “Renzi ha pagato la manifestazione con i soldi dei rimborsi elettorali”. Salvini ha rincarato: “Temo brogli nel voto degli italiani all'estero”.

 



FOTO

 

 

 

 

Leggi tutto