Renzi: "L'Italia smetta di essere la patria delle divisioni"

1' di lettura

"Non si può continuare a dire sempre 'no' senza proporre un'alternativa", dice il premier dall'assemblea di Assolombarda. Attesa per la direzione del Pd prevista nel pomeriggio, dove andrà in scena lo scontro con la minoranza sul referendum 

"Sono convinto delle nostre potenzialità a condizione che l'Italia smetta di essere la patria delle divisioni e cominci ad essere la patria della visione". Il presidente del Consiglio Matteo Renzi interviene all'assemblea di Assolombarda a poche ore da una direzione del Pd che si preannuncia infuocata per lo scontro con la minoranza del partito sul referendum.

 

"Sono presidente del Consiglio da due anni e mezzo. Il fatto che sia diventato presidente del Consiglio, non lo dico come una battuta, significa che in Italia tutto è possibile. Non vengo da una famiglia importante non ho quarti di nobiltà. E dopo questi due anni e mezzo - ha aggiunto il premier Matteo Renzi - vengo a dire che sono più convinto del giorno uno delle nostre potenzialità". "Non si può continuare a dire sempre 'no' senza proporre una alternativa", ha aggiunto.

 

A chi poi gli chiedeva se sia una giornata difficile, in vista della direzione Pd Renzi ha risposta seccamente: "Difficile per chi?'". 

Leggi tutto