Muraro sarebbe indagata con uomo di Mafia Capitale. Lei: vado avanti

1' di lettura

Si aggrava la posizione dell’assessore, nel mirino i rapporti con Giovanni Fiscon.  “Il problema sono questioni come il traffico dei rifiuti non io”, si difende la responsabile dell’Ambiente. Nomine giunta Raggi: Mazzillo verso il Bilancio e Colomban a partecipate

Nel giorno in cui la giunta Raggi si appresta a nominare gli assessori al Bilancio e alle partecipate, con i nomi di Andrea Mazzillo e Massimo Colomban tra i favoriti, una nuova grana giudiziaria potrebbe essere sul punto di abbattersi sull'assessore Muraro.

 

Muraro sarebbe indagataPaola Muraro, dopo le polemiche dei mesi scorsi, torna al centro della cronaca: l’assessore all’Ambiente risulterebbe infatti indagata per abuso d'ufficio insieme all'ex dg di Ama, Giovanni Fiscon, già imputato nel processo Mafia Capitale nell'inchiesta sulle consulenze alla municipalizzata. Questo, in sintesi, quanto riportano in prima pagina Corriere della Sera e Messaggero.

 

Abuso d’ufficio - Fu Fiscon, riporta il Corriere, "a siglare i contratti di Paola Muraro con la municipalizzata. E la scelse anche come consulente giudiziario nei suoi processi. Per questo adesso è indagato con lei per il reato di abuso d'ufficio, sospettato di aver aggirato le norme pur di favorirla". La svolta sarebbe arrivata con "l'ascolto delle nuove telefonate inserite nel fascicolo d'indagine sull'organizzazione guidata da Salvatore Buzzi e Massimo Carminati". E poi con "le verifiche degli atti sequestrati presso l'azienda di gestione dei rifiuti".

 

La consulenza - All'attenzione dei pm, riporta il Messaggero, c'è in particolare una consulenza della Muraro: "un contratto che Fiscon ha stipulato con lei per averla come consulente giudiziario nei processi contro l'azienda e lui stesso". Un "accordo che per i pm è illecito, in quanto il contratto nazionale dei dirigenti prevede che le consulenze possano essere pagate dall'azienda pubblica solo nel caso in cui si tratti di difendersi da un reato compiuto nell'esercizio delle funzioni, quindi senza il dolo".

 

Muraro: vado avanti -  Immediata la replica di Paola Muraro, che mostra sicurezza: “Sono tranquilla. Vado avanti e credo nella magistratura, ho molta fiducia nel magistrato". Quanto ai particolari della presunta indagine a suo carico, risponde: “Dovete chiedere a giornalisti, leggo anche io quello che leggete voi. Devo dire che sto lavorando bene...se i giornali si riempiono di queste notizie qua..", ha aggiunto l'assessore.

 

Leggi tutto