M5S, Grillo: "Torno a fare il capo politico. Ora parte seconda fase"

1' di lettura

Il leader al raduno del Movimento a Palermo: “Resto in campo, voglio vincere elezioni”. E attacca Renzi: "Non percepisce emozioni". Di Maio: "Siamo la prima forza del Paese". Esordio per Casaleggio Jr: "Restiamo uniti"

Il ritorno di Beppe Grillo e l'esordio di Davide Casaleggio. Il leader del M5S ha infiammato dal palco la platea del raduno M5S a Palermo, sul quale ha anche fatto la sua prima apparizione il figlio di Gianroberto Casaleggio, oltre ai big del Movimento.

 

Grillo si riprende il M5S - "Ebbene si', sono rientrato. Avevo fatto un piccolo passo indietro ma sì, sono rientrato". Così Grillo ha annunciato che riprenderà il suo ruolo di guida del M5S. “Se devo fare il capo politico lo farò. Io ci sono a tempo pieno. Voglio vincere le elezioni e dimostrare che possiamo governare Torino, Roma, Livorno...anche con gli sbagli che abbiamo fatto".

 

Grillo: "Si sono rientrato":

 

"Ora inizia una nuova fase" - "Ricompatteremo tutto. Siamo di fronte alla seconda ondata di questo esperimento che parte oggi. C'è stato un entusiasmo, una esplosione di emozioni - ha proseguito - che i giovani che entrano adesso non conoscono. Bisogna ricreare quella emozione lì" (VIDEO). 

 

Grillo: al governo abbiamo un 'menomato morale' - "Al governo abbiamo un menomato morale", ha detto Grillo definendo così il premier Matteo Renzi. "Hanno la alexitimia, che è una malattia: quando tu non percepisci le emozioni delle persone perché non le hai tu le emozioni".

 

 

“Su Olimpiadi ha deciso Raggi” - Sulle Olimpiadi Grillo ha ammesso: "Ha deciso Raggi. Mettevi bene in testa questo: abbiamo avuto un po' di impreparazione, è una città complicata. Torino va benissimo ma fa 900mila abitanti. Un po' di assestamento ci vuole, adesso ci stiamo assestando, si stanno assestando ma le decisioni le prende la signora. Lei è in grado di prendere qualsiasi decisione".

 

Grillo: "Rivalità Direttorio? Può darsi, ma è normale"

 

Il ricordo di Gianroberto Casaleggio - Grillo ha poi ricordato Gianroberto Casaleggio, scomparso lo scorso aprile. "La traversata che ho fatto a nuoto non è stata una mia impresa, l'impresa l'ha fatta Gianroberto che mi ha seguito sulla barca con espressione terrorizzata. Il fatto che non ci sia è un vuoto". E ancora: "Per me era una sicurezza, un conforto. A volte ci sono stati dei contrasti ma siamo stati insieme dieci anni. Mi rimane un vuoto enorme".

 

Di Maio: con 'No' salvato Comune da dissesto -  Sul palco si sono alternati i big del Movimento, da Alessandro Di  Battista a Luigi Di Maio. Il vicepresidente della Camera ha detto: “Con il no alle Olimpiadi abbiamo salvato dal dissesto il Comune di Roma. Oggi siamo la prima forza politica del Paese, siamo al governo nella prima città d'Italia e questo lo dobbiamo a Beppe e Gianroberto”. (VIDEO)

 

Casaleggio: "Son qui a ricordare mio padre" - La serata ha segnato anche l’esordio di Davide Casaleggio: "Non sono qua a sostituire mio padre,  sono qua a ricordarlo, onorarlo. Ricordare il suo sogno, portare  avanti il suo progetto che si chiama Rousseau", ha detto il figlio del fondatore del Movimento. "Abbiamo fatto cose straordinarie, faremo di più nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Dobbiamo  restare uniti, perché uniti realizzeremo il nostro sogno", ha aggiunto. (VIDEO)

Data ultima modifica 24 settembre 2016 ore 23:20

Leggi tutto