No a Roma 2024, Malagò: "Decisione ingiusta". Renzi: "Vicenda chiusa"

1' di lettura

Nella Capitale la presentazione del logo degli Europei 2020. Dopo il baciamano alla sindaca, il numero 1 del Coni dice: “Piano B? Ce ne sono diversi, ma non è la strada giusta”. Il premier: "Nessuno intende fare le Olimpiadi contro l'amministrazione comunale"

Dopo il No alla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024, il Campidoglio si prepara a chiudere la partita con una mozione in aula e poi una lettera della Raggi al Cio per esplicitare il No ai Giochi. E fa sapere di esser pronto ad azioni legali se citato per danni erariali.

 

Renzi:" Vicenda chiusa" - Sulla vicenda arriva anche il commento del premier Renzi: "Credo che sia chiusa, dipenderà dal consiglio comunale ma se il sindaco ha scelto il no immagino che ha la maggioranza con lei. Nessuno intende fare le Olimpiadi contro l'amministrazione comunale". 

 

Baciamano e poi il gelo -  Intanto, Il sindaco Raggi e il presidente del Coni Malagò, dopo il mancato incontro di ieri, oggi si sono incrociati alla cerimonia per gli Europei del 2020. Giusto il tempo di un saluto o, meglio, del baciamano di Malagò a Raggi. 

 

Malagò: nessun piano B - I rapporti tra i due restano comunque freddi.  “Quello di oggi era un appuntamento fissato da molti mesi e dobbiamo rispettare i ruoli istituzionali” ha osservato il numero uno del Coni non nascondendo la delusione per la decisione di ritirare la candidatura di Roma per i giochi Olimpici del 2024. Quanto a possibili piani B afferma: “Teoricamente ce ne sono diversi, ma non è la strada giusta. Perderemmo credibilità” afferma a Sky Sport dopo la cerimonia per il logo degli Europei di calcio 2020. "Ci adegueremo a una decisione che comunque consideriamo ingiusta e sbagliata". E sui soldi già spesi, spiega che “tutte le spese sono online, tutti i soldi sono quelli previsti dalla legge 'Sport e Periferie".

 

 

 

 

 

Euro 2020: presentato il logo ufficiale di Roma -  "Sono onorata di essere qui e sono contenta che Roma ospiterà quattro partite degli europei di calcio. Ospitare un evento così importante per lo sport ci rende orgogliosi" ha detto Raggi nel presentare il logo della manifestazione. Un logo, quello per il Campionato Europeo, che ritrae l’immagine di Ponte Sant’Angelo che collega, idealmente, Roma con le altre 12 città che ospiteranno il torneo continentale che festeggia i 60 anni della competizione. 

 

Leggi tutto