Grillo: "Non siamo perfetti". Raggi cerca il nuovo assessore

1' di lettura

Il leader 5 stelle in una lettera al Corriere della Sera: "Non ci arrendiamo". La sindaca cerca il sostituto di De Dominicis al Bilancio: 14 i candidati

Non siamo perfetti ma non ci arrendiamo:il leader e garante dei Cinque Stelle, Beppe Grillo, in una lettera al Corriere della sera, torna sulla situazione di Roma e all'interno del Movimento. "Molta gente - afferma Grillo - vuole la perfezione. In Italia, in Europa, nel mondo vogliono la perfezione" e io "temo la perfezione. Perché temo la perfezione? Semplice: è una proprietà che può essere soltanto inventata o sognata. La perfezione capita per alcuni istanti, non di più, se la chiedi significa che vuoi la dittatura". 

 

"Anche imperfetti siamo forti della nostra umanità" - Quanto a Roma, Grillo rileva: "Se non siamo neppure capaci di affrontare insieme uno scrollare fra i tanti che i peggiori romani stanno rivolgendo alla Raggi allora mi scuso, e se fosse possibile vi restituirei i voti. Ma non si può: le cose devono fare il loro corso e noi non ci arrendiamo". E allora: "Anche imperfetti siamo forti della nostra umanità, della nostra determinazione e non regaleremo ai pavidi, agli ignavi, un uomo forte acchiappato di sponda proprio attraverso di noi. Solo i dittatori e i loro portapalle credono all'umano perfetto: non è roba per noi. E neppure questo nuovo di essere benpensanti ci interessa. Votate Verdini, votate il Pd, votate chi vi tiene due piccole paure vostre, non dei vostri figli, lontane. Votate per il nulla, ma scegliete".

 

"Olimpiadi? No grazie". Si cerca l'assessore al Bilancio - La lettera di Grillo arriva il giorno dopo la pubblicazione di un post sul suo blog in cui si chiudono definitivamente le porte alle Olimpiadi a Roma. Intanto, la sindaca Raggi cancella l'audizione in commissione sul tema. 

E per Raggi sono ore freneticihe: si cercano i profili per la carica di assessore al Bilancio, dopo il ritiro delle deleghe a De Dominicis. I candidati sono 14.

Nel frattempo, il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, finiti al centro delle polemiche, attacca: "Roma usata come manganello contro M5S"; E a chi gli chiede se la sindaca Raggi deve scusarsi, risponde: "Chiedete a lei, io l'ho fatto".

 

Leggi tutto