Roma, bufera sulla Raggi. Il direttorio M5S: via i suoi fedelissimi

1' di lettura

Caos in Campidoglio: i vertici del partito chiedono alla sindaca di rinunciare a Marra, Romeo, De Dominicis e Muraro. Lei non cede

Rinunciare ai suoi fedelissimi. Questa è la richiesta del direttorio M5S alla sindaca Virginia Raggi dopo la bufera che ha investito la Giunta della prima cittadina romana. Le si chiede di ordinare un passo indietro a Raffaele Marra (vicecapo di Gabinetto) e Salvatore Romeo (capo segreteria). Ma anche di ripensare alla nomina del neo assessore al Bilancio Raffaele De Dominicis, finita al centro delle polemiche per i riferimenti fatti dallo stesso assessore allo studio Sammarco. E infine si chiede l’addio dell'assessore all'Ambiente Paola Muraro.

 

La Raggi non avrebbe intenzione di revocare gli assessori Muraro e De Dominicis dal loro mandato. In particolare sulla Muraro vorrebbe aspettare le carte. Per Raffaele Marra la Raggi starebbe pensando di escluderlo dal gabinetto mentre per Romeo si andrebbe verso un taglio di stipendio.

 

Base in subbuglioLa tempesta che a Roma ha investito il sindaco Raggi scuote tutto il Movimento 5 Stelle. Anche la “base” si fa sentire sul web, con proteste ma anche con incoraggiamenti alla sindaca. Intanto mentre il legale dell'assessore Muraro ha incontrato i pm responsabili dell'indagine ribadendo la disponibilità dell'esponente della giunta “a un interrogatorio per chiarire tutti i punti di questa vicenda”, Raggi ha incontrato anche i consiglieri comunali M5S. La stessa Muraro ha consegnato un dossier di 1000 pagine alla commissione Ecomafie durante l'audizione. Il sindaco di Parma Pizzarotti, nel frattempo, ha attaccato il Direttorio chiedendone le dimissioni e Alessandro Di Battista ha annullato una tappa del tour sul referendum.

 

Chi sapeva dell'indagine su Muraro?

 

 

Di Battista: “Problemi a Roma” - "Mi dispiace tanto ma ho deciso di annullare la tappa di stasera ad Ischia del Costituzione CoastToCoast. Ci sono problemi a Roma ed è meglio tornare". Lo annuncia lo stesso membro del direttorio M5S su Facebook dicendo di sperare "di poter risolvere già stasera alcune questioni per poter dare l'appuntamento domani pomeriggio per andare tutti insieme la sera in piazza a Nettuno e chiudere il tour. Vi faccio sapere più tardi. A riveder le stelle!", conclude.

 

 

Grillo ai suoi: M5S ce la fa se riparte con piede giusto – "M5S ce la farà a patto che riparta con il piede giusto", avrebbe detto invece Beppe Grillo, secondo quanto si apprende, rivolgendosi a qualche parlamentare 5 Stelle. Ripartire con il piede giusto, viene spiegato da fonti autorevoli del Movimento, significherebbe, secondo il leader pentastellato, proseguire con un percorso che non dimentichi i valori 5 Stelle e che sia in linea coerente con lo spirito del Movimento.

 

M5S, Pizzarotti a Sky TG24: serve riflessione su direttorio

 

 

Nomina Raineri, dopo esposto procura apre indagine – Sul fronte giudiziario, poi, la Procura di Roma ha avviato nelle ultime ore una indagine in relazione alla nomina di Carla Raineri a capo di Gabinetto di Roma, dimessasi nei giorni scorsi, e del suo compenso. Il procedimento è stato aperto come atto dovuto alla luce dell'esposto presentato nei giorni scorsi da Fdi.

 

De Dominicis replica alle accuse - Intanto, l'ex procuratore regionale della Corte dei Conti del Lazio, Angelo Raffaele de Dominicis, replica in una nota alle critiche sul criterio adottato per designarlo assessore al bilancio di Roma Capitale". Per de Dominicis e' "strumentale" e "grottesca" la polemica sul ruolo avuto dall'avvocato Pieremilio Sammarco, uno dei legali di Berlusconi, e per questo, afferma, "vado avanti avanti con il sindaco di Roma Virginia Raggi". 

 

I primi due mesi di Raggi e Appendino, sindache 5 stelle:

 

Leggi tutto