Ballottaggio Roma: ultimi appelli per Raggi e Giachetti

1' di lettura

Chiusura di campagna elettorale al veleno nella capitale, con il candidato del centrosinistra che accusa la sua avversaria: "Ha mentito". Lei replica: "Se vinciamo, per loro è finita". E annuncia i primi quattro nomi della sua giunta. LO SPECIALE ELEZIONI

Si chiude tra i veleni la campagna elettorale a Roma che vede contrapposti la candidata del M5S Virginia Raggi e l’esponente Pd Roberto Giachetti. A gettare ulteriore benzina sul fuoco la notizia data dai media di una consulenza della  Raggi al comune di Civitavecchia, negli anni in cui era consigliere in Campidoglio. L'avrebbe tenuta nascosta per tre anni violando la legge Severino, denuncia il Pd. "Ha mentito e commesso un reato", afferma Giachetti. Ma Raggi sostiene che "questa è l'ultima goccia di fango". Tra i due al primo turno la distanza era di oltre dieci punti, perciò il M5s crede nella vittoria: "Se entriamo in quelle stanze per loro è finita", scandisce da Ostia la candidata grillina, che potrebbe essere il primo sindaco donna di Roma. Ma Giachetti punta al sorpasso: "Noi facciamo cambiamento con fatti concreti".

 

Raggi annuncia i primi 4 nomi - Intanto la candidata grillina, da Ostia dove ha deciso di chiudere la sua campagna elettorale, annuncia i primi quattro nomi di quella che potrebbe essere la sua giunta:  "Urbanistica e Lavori Pubblici Paolo Berdini, da sempre contro il consumo di suolo, è un simbolo, uno che si oppone ai palazzinari; alla sostenibilità Paola Muraro, si è occupata di recupero e rifiuti, collabora con Ama, sa cosa fare; alla qualità della vita, all'accessibilità e alle politiche giovanili, Andrea Lo Cicero: alla crescita culturale Luca Bergamo, è stato direttore di Enzimi". "Non annuncio tutta la giunta perché alcuni mi hanno chiesto riservatezza", ha aggiunto Raggi.
 


 

Giachetti chiude al parco della Musica - Roberto Giachetti ha chiuso la campagna elettorale al Ponte della musica. "Negli ultimi giorni è partita una campagna di fango nei miei confronti con menzogne di tutti i tipi, hanno cercato di infangare la mia reputazione fatta in 55 anni di carriera cristallina" ha denunciato Giachetti.  Rivolgendosi ai suoi sostenitori, il candidato sostenuto dal Pd ha poi ha lanciato il suo appello finale: "cercate di spiegare alle persone in tutti modi come stanno le cose: per rinascere questa citta' ha bisogno dei 'si" e non dei 'no', e per far tornare Roma la straordinaria città che è bisogna fare una sola cosa: votare Giachetti alle elezioni".




Scintille su Olimpiadi, rifiuti e Atac: guarda i video del Confronto tra Giachetti e Raggi

 

Leggi tutto