Stretta su furbetti del cartellino: sospesi in 48 ore, fuori in 1 mese

1' di lettura

Renzi: “Provvedimento cattivo ma giusto, è finita la pacchia” 

Per i furbetti del cartellino "è finita la pacchia", è "un provvedimento cattivo ma giusto", una "norma di buon senso". Matteo Renzi illustra il provvedimento varato in Cdm contro gli assenteisti della pubblica amministrazione, e avverte: "D'ora in poi si va a casa". Ecco allora le principali novità uscite dal Cdm,

 

 

Licenziamenti sprinti per chi timbra e se ne va - Il dipendente che viene colto a strisciare il badge per poi andare via deve essere sospeso entro 48 ore, senza stipendio ma con un assegno alimentare (50% retribuzione base). Dopo di che parte il procedimento che si conclude entro 30 giorni dalla contestazione dell'addebito, contestuale alla sospensione.

 

 

Anche il dirigente rischia il licenziamento - C'è anche la responsabilità per danno d'immagine, da valutare in base all'eco mediatica (la multa parte da sei mensilità). Il dirigente, inoltre, non potrà voltarsi dall'altra parte perché rischia il licenziamento e il reato penale (su quest'ultimo però decide il giudice).

 

Leggi tutto