Comunali: ballottaggio Raggi-Giachetti a Roma, Parisi-Sala a Milano

1' di lettura

Il centrodestra paga le divisioni nella Capitale. Nel capoluogo lombardo è testa a testa. Bene il M5S anche a Torino, dove Chiara Appendino sfiderà il 19 giugno il sindaco uscente Piero Fassino. A Cagliari vince Zedda al primo turno. A Napoli secondo turno De Magistris-Lettieri. LIVEBLOG - SPECIALE - FOTO - MAPPE ELETTORALI

Avanza il Movimento 5 Stelle, il Pd si mostra in difficoltà, il centrodestra paga le sue divisioni. E’ questo il quadro che emerge, a scrutinio quasi ultimato, dal primo turno delle amministrative.

Sarà il turno di ballottaggio, tra meno di due settimane, a decidere da chi saranno governate Roma, Milano, Napoli, Torino, mentre a Cagliari, in controtendenza con le altre grandi città, ce la fa al primo turno il sindaco uscente esponente di Sel e sostenuto dal centrosinistra e dal Psd'Az, Massimo Zedda. Complessivamente ieri sono andati al voto oltre 1.300 Comuni. L'affluenza è stata del 62,14%, un dato inferiore di oltre il 5% alle precedenti elezioni, quando si votava anche lunedì mattina.

 

ROMA - Nella Capitale, dove le elezioni erano anticipate dopo il fallimento della giunta di centrosinistra e diversi mesi di commissariamento è nettamente in testa la candidata del M5s Virginia Raggi, che si attesta sopra il 35%, contro il 24,8% dell'aspirante sindaco Pd Roberto Giachetti.  I due candidati del centrodestra, Giorgia Meloni (Fratelli d'Italia e Lega Nord) e Alfio Marchini (indipendente ma sostenuto da Forza Italia), raccolgono rispettivamente il 20,7% e il 10,8%. La divisione sembra essere costata al centrodestra la possibilità di arrivare al ballottaggio, e ora tra gli ex alleati fioccano le accuse. I voti dei due candidati potrebbero ora aggiungersi a quelli di Raggi per battere definitivamente Giachetti, che può sperare al momento nel 4,45% dell'ex Pd Stefano Fassina, candidato di una coalizione di sinistra.

 

MILANOA Milano il primo turno è finito con il sostanziale pareggio tra Giuseppe Sala, candidato del centrosinistra (41,7%) fortemente voluto dal premier Matteo Renzi, e Stefano Parisi, sostenuto dal centrodestra unito (40,7%). Il candidato del M5s Gianluca Corrado ha raccolto oltre il 10%, mentre la sinistra e i radicali, ex alleati del Pd nella scorsa legislatura, hanno preso complessivamente quasi il 6%.

 

TORINO - A Torino il sindaco uscente del Pd Piero Fassino non ce la fa a vincere al primo turno e si ferma al 41,8%, contro il 30,9% della candidata M5s Chiara Appendino, mentre i due candidati del centrodestra raccolgono rispettivamente l'8,4% e il 5,35%. Una coalizione di sinistra prende il 3,7%.

  

BOLOGNA - A Bologna il  primo cittadino uscente del Pd, Virginio Merola, raccoglie oltre il 39%, contro il 22,2% di Lucia Bergonzoni, candidata leghista sostenuta dal centrodestra unito. Il candidato del M5s si ferma al 16,7%.

 

NAPOLI -  A Napoli il Pd non arriva neanche al ballottaggio: il sindaco uscente Luigi De Magistris, della sinistra radicale, prende il 42,3%, il candidato del centrodestra Gianni Lettieri il 24%. La democratica Valeria Valente è al 21,56%, il M5s Matteo Brambilla al 9,8%.

 

CAGLIARI - Vince al primo turno il sindaco uscente di centrosinistra a Cagliari, Massimo Zedda con oltre il 51% dei voti, contro il 32 dello sfidante di centrodestra Massidda.

 

 

SEGUI IL LIVEBLOG

Leggi tutto