Comunali Cagliari, Massimo Zedda vince al primo turno

1' di lettura

Il candidato del centrosinistra, 35 anni, è l’unico aspirante sindaco a evitare il ballottaggio, tra le principali città al voto. LIVEBLOG - SPECIALE - FOTO

A scrutinio ancora in corso, Massimo Zedda è riconfermato sindaco di Cagliari. E' l'unico candidato sindaco in Italia a vincere al primo turno nelle città capoluogo di Regione in questa tornata delle amministrative (LIVEBLOG - SPECIALE - FOTO). Esponente di Sel, se cinque anni fa era stato una sorpresa, diventando sindaco di Cagliari a 35 anni dopo aver sconfitto al ballottaggio l'ex parlamentare Massimo Fantola (Riformatori) in una città governata nei 20 anni precedenti dal centrodestra, oggi Massimo Zedda è una conferma che ha messo evidentemente tutti d'accordo, anche chi politicamente non è schierato dalla sua parte. Non si spiega altrimenti il successo dell'unico sindaco che è riuscito a tenere in piedi tutta la coalizione del centrosinistra, più il Partito Sardo d'Azione, strizzando l'occhio all'elettorato moderato.

 

 

A scrutinio quasi ultimato, Zedda si attesta sul 50,9%, mentre il principale sfidante, l'ex parlamentare di Forza Italia, Piergiorgio Massidda, 59 anni, che negli ultimi anni a Cagliari ha ricoperto il ruolo di presidente dell'Autorità portuale, si è fermato al 32,1%.

Non ha sfondato, invece, il Movimento 5 stelle: Maria Antonietta Martinez, imprenditrice di 47 anni, si attesta sul 9,2%, perdendo in poco tempo il patrimonio di voti conquistato alle politiche del 2013, quando il movimento di Grillo risultò il più votato in Sardegna e nella città di Cagliari.

Seguono Paolo Matta (La Quinta A) con il 2,5%, Enrico Lobina (Cagliari Città Capitale) con il 2,2%, Paolo Casu (liste civiche) con l'1,8%, Alberto Agus (Popolo della famiglia) con l'1,2%. Tra i partiti, vince a Cagliari il Pd con oltre il 19%, seguito dal Movimento 5 stelle (8,8%), mentre Forza Italia, ufficialmente non presente ma in campo con la lista Forza Cagliari, si ferma all'8,2%.

Leggi tutto