Governo studia pensione anticipata con assegno ridotto

1' di lettura

Durante la diretta #Matteorisponde, il presidente del Consiglio ha annunciato che il meccanismo di flessibilità si chiamerà "Ape" e riguarderà chi è nato tra il 1951 e il 1953

Sul tema delle pensioni "ci siamo impegnati a intervenire nella legge di stabilità 2017". Queste le parole del presidente del Consiglio Matteo Renzi durante la diretta Twitter e Facebook #Matteorisponde.

 

C'è già il nome - Renzi assicura che il meccanismo di flessibilità delle pensioni “si chiamerà Ape: c'è già il simbolo e il logo. Ci sta lavorando Nannicini (Tommaso, sottosegretario di Palazzo Chigi ndr): con la stabilità del 2017 si potrà anticipare, con una decurtazione economica, l'ingresso in pensione solo per un certo periodo di tempo”. Non sarà, quindi, un intervento sull'intero sistema pensionistico, ma un aggiustamento delle norme attualmente in vigore.

 

I beneficiari - Il meccanismo riguarda le persone nate tra il 1951 e il 1953, penalizzate dall’aumento dell’età pensionabile previsto nella legge Fornero. “Ci stiamo lavorando con i sindacati, i datori di lavoro, l'Unione europea”, ha precisato Renzi.

Leggi tutto