Comunali a Roma, Bertolaso: "Berlusconi mi ha detto di andare avanti"

1' di lettura

"Non mi ritiro" dice l'ex capo della Protezione civile. Giorgia Meloni, candidata sindaco di Fratelli d'Italia, a Sky TG24: "Non aspetto più nessuno"

Guido Bertolaso non molla: "Vado avanti" dice in conferenza stampa. 'Complice' l'assist di Gianfranco Rotondi che lo invita a Montecitorio per presentare l'appoggio del suo movimento (Rivoluzione Cristiana) all'ex capo della Protezione civile, candidato da Berlusconi per le elezioni del sindaco di Roma. Sembrerebbe così arrivare la parola fine alla ridda di voci che si sono inseguite nelle ultime ore e che davano possibile un possibile cambio di cavallo in corsa 'in casa' del Cavaliere.

 

Bertolaso: vado avanti - "Per l'ennesima volta ripeto che io vado avanti. Il mio obiettivo è il 5 giugno. I romani il 5 giugno decideranno chi deve essere il sindaco di Roma", ha detto senza mezzi termini Bertolaso ai giornalisti. La riunione di Forza Italia ha rinnovato il suo appoggio e ha dato mandato a Berlusconi di sondare le altre componenti di centrodestra per vedere "se riesce a convincere gli altri a convergere su di me. Sarebbe la cosa migliore", spiega e aggiunge ancora: "Berlusconi mi ha chiesto il grande sacrificio di andare avanti e cercare di fare il sindaco" di questa città, "non mi risulta un suo ripensamento e le parole del presidente Berlusconi hanno un senso e valore. Mi ha detto di andare avanti". 

 

 

Meloni: io non aspetto più nessuno - Giorgia Meloni, aprendo ufficialmente la campagna elettorale, è chiara: "Le nostre porte sono aperte a tutti ma non aspetto più nessuno. Con Silvio Berlusconi ci ho parlato ieri e ci parlerò anche nei prossimi giorni".

 

 

I nodi del centrodestra - In realtà, dentro Forza Italia una spaccatura resta. Se dobbiamo guardare al referendum di ottobre e alle elezioni politiche bisogna ricompattare il centrodestra e scegliere la Meloni. Se dobbiamo pensare alle amministrative sarebbe meglio restare su Bertolaso. Berlusconi ha fotografato così la situazione su Roma ed ha deciso di prendere tempo, aprendo anche alla possibilità di trattare con Marchini.

In FI restano le divisioni tra chi vorrebbe confermare l'ex Capo della protezione civile (soprattutto il cosiddetto 'cerchio magico'), chi non vorrebbe convergere sulla presidente FdI (la maggior parte dei dirigenti romani che non escludono un accordo con Marchini) e chi, invece, pensa che sia necessario siglare un'intesa con Fratelli d'Italia e la Lega. L'ex premier avrà contatti con la Meloni, Salvini e anche Marchini. Entro 24 ore, è stato stabilito, si cercherà di prendere una decisione finale. 

 

Leggi tutto