1' di lettura

Previsti 36 mesi di lavoro e 272 milioni di euro per riqualificare l'ex zona industriale di Napoli

A Bagnoli si farà la più grande operazione ambientale della storia d'Italia. A prometterlo è il presidente del Consiglio Matteo Renzi da Napoli, dove è stato accolto da un corteo di proteste e da tafferugli tra manifestanti e polizia.

 

Le immagini degli scontri

 

 

 

 

Ma il presidente del Consiglio ha rilanciato il progetto di riqualifica dell'ex area industriale insistendo su tempi certi e operazioni trasparenti. La conclusione della bonifica, ha garantito Renzi, "è prevista entro il 2019. Io avevo chiesto il 2018 però meglio essere prudenti e saggi. Per ripulire quest'area da anni di incuria ci sarà bisogno di un lavoro di 36 mesi". Il costo per l'operzione, ha poi spiegato, è di 272 milioni di euro: "Sono i denari che servono a Bagnoli per tornare in mano ai napoletani, a Napoli per essere capitale del Mezzogiorno e all'Italia di essere una nazione degna del futuro".





Nel corso della giornata il premier è tornato anche sull'inchiesta portata avanti dalla procura di Potenza e che ha portato alle dimissioni del ministro Guidi. "Gli emendamenti servono a introdurre i reati ambientali" ha affermato il premier, rivendicando l'azione politica del suo governo.

Leggi tutto