Renzi sulla morte di Regeni: "Vogliamo veri responsabili"

Il premier Renzi all'assemblea del Pd nel luglio 2015
1' di lettura

Lo staff del presidente del Consiglio ha anticipato una parte del discorso che il premier terrà all'assemblea del Pd. "Dagli amici vogliamo la verità", dirà sul caso del ricercatore italiano ucciso in Egitto. Poi ci sarà un attacco al governo Monti e un passaggio sulle unioni civili

"Noi dagli amici vogliamo la verità, sempre, anche quando fa male. Vogliamo i responsabili, quelli veri, con nome e cognome, e vogliamo che paghino”. Lo staff di Matteo Renzi ha reso noto un passaggio del discorso che il premier terrà domani (domenica 20 febbraio) all’assemblea del Pd. Il presidente del Consiglio parlerà della morte di Giulio Regeni, il ricercatore friulano ucciso in Egitto in circostanze che non sono state ancora chiarite. “Abbiamo promesso alla mamma e al papà di Giulio che saremmo andati fino in fondo e confermo che non faremo nessun passo indietro", dirà Renzi secondo quanto anticipato.

Attacco al governo Monti - Il premier, poi, rivendicherà i risultati del suo governo dopo due anni e attaccherà l’esecutivo Monti: "I tecnici ci hanno regalato gli esodati della legge Fornero, il fiscal compact, le tasse sulla casa, il bail in delle banche senza aver fatto come altrove la bad bank, la vicenda marò. E adesso pretendono di spiegarci come fare a risolvere i problemi che loro stessi hanno creato?".

Tra i temi anche le unioni civili - Anche il tema delle unioni civili sarà affrontato dal presidente del Consiglio. Chi lo conosce esclude che chiarirà se resterà l'emendamento-canguro, se sarà spacchettato o se, come sta pensando il presidente Grasso, sarà ritirato. L'assemblea, che non ha alcun punto specifico all'ordine del giorno, diventerà lo stress test per le divisioni profonde tra i laici ed i cattolici emerse nelle ultime settimane al Senato. Divisioni che il leader dem inviterà a superare. Perché se è vero che su certi temi, come la stepchild adoption, è giusto per il premier lasciare libertà di coscienza, sul cuore della legge, il riconoscimento dei diritti anche alle coppie gay, il Pd deve essere unito: "La riforma va fatta – è il pensiero di Renzi – per togliere all'Italia la maglia nera europea".

Leggi tutto