Serracchiani a Sky TG24: non prevedo nuovi accordi con M5S

1' di lettura

"La legge sul conflitto di interessi va  fatta, ma questo con l'aggressione che ha subito la Boschi non c'entra niente” afferma la vicesegretaria nazionale del Pd a proposito della mozione di sfiducia contro la ministra, poi respinta dalla Camera. E aggiunge: Renzi è stato chiarissimo, “non abbiamo mai parlato di Partito della Nazione ma di un partito che serve agli  italiani”

Esclude ci siano margini per future collaborazioni col M5S, difende la collega Maria Elena Boschi e lancia la candidatura a sindaco di Roma di Roberto Giachetti. Debora Serracchiani, ospite de L’Intervista di Maria Latella, interviene così sui temi caldi del dibattito politico (INTERVISTA INTEGRALE).

 

“Boschi aggredita” - “Chi ha sbagliato pagherà”, afferma la vicesegretaria nazionale del Pd riprendendo le parole della ministra Boschi pronunciate in Aula alla Camera e aggiunge: “E' stata aggredita, altro che conflitto”.

L’intervista all’esponente Pd avviene negli studi di Sky TG24 a qualche giorno di distanza dal voto della Camera che ha bocciato a larga maggioranza la mozione di sfiducia dei Cinque Stelle contro la ministra dei Riforme per il presunto conflitto di interessi sul salvataggio di Banca Etruria, della quale era vicepresidente il padre.

“La legge sul conflitto di interessi va  fatta, ma questo con l'aggressione che ha subito la Boschi non c'entra niente, nella forma e nella sostanza. Parlare di conflitto di interessi e favoritismi mi sembra eccessivo". Quanto poi al dl salvabanche, al centro del dibattito e dello scontro politico, afferma: “Il testo unico bancario prevede il ruolo di commissari”. VIDEO

 


 

“M5S non collabora neanche con se stesso” -  A proposito di una eventuale futura "collaborazione" con i Cinque Stelle dopo l'intesa sulla Consulta, la risposta è categorica: “Non prevedo nuovi accordi”. Gli esponenti del M5S, precisa, "mi pare facciano fatica a collaborare anche con se stessi, credo sia complicato pensare ci possa essere qualche alleanza strutturata”.

E parla anche di Verdini: "Se vuole dare una mano dia una mano, ma noi siamo stati molto chiari, questo non significa cambiare la maggioranza o le politiche di governo o che lui entra al governo".

 

“Mai parlato di partito nazione” - Insomma, “Renzi è stato chiarissimo alla Leopolda, ha detto che c'è il Pd, che è necessario per il Paese. Noi non abbiamo mai parlato di Partito della Nazione ma di un partito che serve agli italiani".

 

“Non mi dispiacerebbe candidatura Giachetti” -  Infine, rivolge uno sguardo anche alle Comunali. Come sindaco di Roma “non mi dispiacerebbe Roberto Giachetti , che stimo moltissimo e credo possa fare un grande lavoro per la città”.

 

Leggi tutto