Berlusconi a Merkel: "Mai detto frasi offensive su di te"

Merkel e Berlusconi in una foto di archivio
1' di lettura

Il leader di Forza Italia incontra al vertice dei Popolari europei la Cancelliera: "Certe cose su di te non le ho mai pronunciate". Ma rinuncia a tenere il discorso pubblico: "Parlerò quando avrò alla Corte di Strasburgo il riconoscimento pieno e completo della mia innocenza"

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ha partecipato al Congresso del Ppe a Madrid, incontrando una serie di dirigenti europolari.
Tra questi anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, con la quale c'è stato un chiarimento su alcune frasi attribuite a Berluconi quando era presidente del Consiglio. L'incontro è stato definito "cordiale" da fonti vicine all'ex premier.

"Abbiamo chiarito", ha detto all'Ansa il leader di Fi, precisando che la cancelliera "sapeva già" che una frase offensiva che gli era stata attribuita "era stata completamente inventata".

 

L'incontro su temi internazionali - Berlusconi, che ha visto Merkel poco prima dell'inizio del pranzo-vertice fra i leader europopolari, ha detto di avere avuto con la cancelliera un "colloquio approfondito". "Abbiamo parlato delle questioni internazionali, dei rapporti con la Russia, della minaccia dell'Isis", ha precisato. Il presidente di Fi nel colloquio, hanno riferito fonti europopolari, ha insistito in particolare sulla necessità di una coalizione contro il terrorismo islamico in Siria e Iraq che riunisca, sotto l'egida dell'Onu, Usa, Ue, Russia e Paesi arabi.

 

"Nessun discorso" - Berlusconi ha inoltre comunicato di aver deciso "per coerenza" di non intervenire, come era previsto, davanti al Congresso del Ppe: "Ho deciso di non parlare" ha detto all'Ansa. "Parlerò, ha aggiunto, quando avrò alla Corte di Strasburgo il riconoscimento pieno e completo della mia innocenza".  

Leggi tutto