Lite nel Pd sulla manovra, Bersani: "Chi ha di più paga di meno"

1' di lettura

L'ex segretario dem, su Facebook, torna a criticare la legge di Stabilità: “Che cosa vogliamo fare dell'articolo 53 della Costituzione, che parla di progressività?”. Carbone: “Ormai con Bersani siamo alle barzellette”

Dopo la riforma del Senato, è la manovra il nuovo campo di battaglia nel Partito democratico. Pier Luigi Bersani torna all'attacco del governo sul taglio delle tasse sulla casa. "Nessuno può obiettare che abbassare le tasse sia giusto. Ma abbassarle prima di tutti a chi, e come, e per che cosa? Che cosa vogliamo fare dell'articolo 53 della Costituzione, che parla di progressività? Le norme sulla casa della legge di stabilità introducono per via di fatto un 53 bis: chi ha di più paga di meno".

 

Siamo ancora a sfidare l'intelligenza degli italiani. Dire che, a parità di welfare, abbassare le tasse è buono e giusto...

Posted by Pierluigi Bersani | Pagina Ufficiale on Sunday, October 18, 2015



Carbone: “Con Bersani siamo alle barzellette” -
Durissima la replica dei renziani. "Ormai con Bersani siamo alle barzellette. Rimpiange solo il passato. Citare l'art. 53 della Costituzione? La prima casa non si paga, ma chi è più ricco paga eccome. Abbiamo abolito la tassa sulla prima casa, non sulla seconda o la terza", dice Ernesto Carbone, della segreteria del Pd.

Leggi tutto