Riforme, Boschi: misure eccezionali dopo il blitz di Calderoli

1' di lettura

“Un senatore da solo non può paralizzare il Parlamento” dice il ministro per le Riforme sui 75 milioni di emendamenti dell'esponente della Lega. Renzi da New York ottimista: l’Italia sarà la sorpresa della Ue, sarà più forte della Germania

"Di fronte a una situazione inedita si può pensare a soluzioni eccezionali, un senatore da solo non può paralizzare il Parlamento". Così il ministro per le riforme istituzionali, Maria Elena Boschi, sui 75 milioni di emendamenti del senatore della Lega Roberto Calderoli. "Pur essendo molto ottimista, sono prudente sul voto. Le prossime due settimane non saranno una passeggiata di salute", ha aggiunto, parlando a Salerno durante una manifestazione di Scelta Civica.

Misure eccezionali dopo il blitz di Calderoli - "Se da oggi tutti fossero precettati da mattina a sera senza mangiare né dormire impiegheremmo 70 anni per votare gli emendamenti. Non è accettabile in una democrazia" ha precisato il ministro. E ancora: "Dovremo trovare una soluzione e siccome l'intelligenza umana supera quella degli algoritmi, la soluzione la troviamo".

Renzi: Italia sarà sorpresa Ue - Più che ottimista sul lavoro dell’Aula e, di conseguenza, sull’impatto che le riforme avranno sul Paese, è il presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Se l'Italia farà quello che deve sarà la più forte di tutti, anche dalla Germania”, così il premier, a New York per l'Assemblea generale dell'Onu. Occorre recuperare più fiducia sui consumi", ma "saremo davvero la sorpresa dell'Ue".

Leggi tutto