Scuola, Giannini: "38mila docenti già assunti. Si spostano solo in 7mila"

1' di lettura

Il ministro dell’Istruzione interviene in conferenza stampa dopo che 9mila precari hanno ricevuto la proposta via mail (seconda fase del piano “buona scuola"). “La maggior parte dei trasferimenti è verso Nord”. Poi annuncia altre 55mila immissioni di insegnanti entro novembre

“Ad oggi abbiamo assunto 38mila insegnanti, 29mila ad agosto e 9mila hanno ricevuto la proposta questa notte (del 1 settembre, ndr). Sono 10mila insegnanti in più rispetto allo scorso anno, circa il 30%". Il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini  fa il punto sul piano straordinario di assunzioni previsto dalla  legge su "La buona scuola".

E annuncia che un secondo blocco di assunzioni, che partiranno giuridicamente il primo settembre, saranno fatte entro la prima metà di novembre: 55mila i posti di docenza per il potenziamento, circa 7 insegnanti in più per ogni scuola.

"Questo secondo blocco di assunzioni - ha precisato Giannini - riguarda il cosiddetto organico per il potenziamento di alcuni settori come l'educazione musicale, artistica, alla cittadinanza, al  rafforzamento delle lingue, anche in modalità Clil. Saranno assunzioni che deriveranno dal fabbisogno che le scuole ci comunicheranno tra la fine di settembre e inizio ottobre".

 

Circa 7 mila in mobilità. Gran parte dei trasferimenti verso Nord – “Dei 38mila docenti sono circa 7mila quelli in mobilità. Più o meno lo stesso numero dell'anno scorso con una significativa differenza: lo scorso anno questi docenti erano supplenti, quest'anno hanno un posto fisso”, ha sottolineato il ministro Giannini. E ha aggiunto: "Il grosso dei trasferimenti sarà dalla Sicilia verso il Nord, soprattutto in Lombardia, e dalla Campania non solo verso il Settentrione ma anche nel Lazio, polo attrattivo Roma e dintorni".

"Complessivamente la mobilità su 100.000 assunzioni è tra il 10 e il 15%. Un dato fisiologico in un Paese molto lungo e con un forte squilibrio di posti". Il ministro ha comunque aggiunto che per i 55.000 insegnanti che restano da assumere entro novembre, "secondo stime attendibili ci sarà una mobilità ridottissima, intorno al 5-6%".

 

Un insegnante su due ha meno di 40 anni. Rafforzate le medie – Dei 38mila insegnanti assunti sinora, ha poi sottolineato il ministro dell'Istruzione, "uno su due ha meno di 40 anni e l'87,3% è di sesso femminile". E ancora: “Abbiamo rafforzato molto la secondaria di  primo grado: 11.000 insegnanti assunti sono per le scuole Medie, il doppio dello scorso anno. Quanto agli insegnanti di  sostegno, "14mila degli assunti sono sul sostegno. In questo modo abbiamo coperto il fabbisogno in 14 regioni".

Data ultima modifica 02 settembre 2015 ore 17:06

Leggi tutto