Camera, il dl Enti locali è legge: tagli per 2,3 mld alla Sanità

1' di lettura

Da Montecitorio è arrivato il definitivo via libero al provvedimento che prevede una consistenze riduzione della spesa nel servizio sanitario nazionale. Per i comuni c'è un allentamento del patto di stabilità, oltre a un piano di assunzioni straordinario per le forde dell'ordine

Con 295 Sì, 129 no e nessun astenuto la Camera dei Deputati ha dato il definitivo via libera al Disegno di Legge Enti Locali. Il provvedimento, che era già stato approvato dal Senato, è così diventato legge. Molti i punti chiave del testo: dai 530 milioni di euro ai Comuni come fondo di perequazione per Imu e Tasi ai 500 milioni destinati alla  Regione Sicilia; dall'allentamento del patto di stabilità, con sanzioni più basse per chi sfora il tetto, ai 90 milioni alle Regioni per il funzionamento dei servizi per l'impiego, passando per l'anticipazione di liquidità agli enti commissariati per infiltrazione mafiosa e i 2 miliardi in più per l'anno 2015 "per i pagamenti da  parte delle Regioni dei debiti scaduti nel 2014 o fuori bilancio".

 

Le altre novità del dl riguardano:

 

Sanità -  Riduzione del finanziamento al Servizio sanitario nazionale pari a 2.352 milioni di euro a decorrere dal 2015, secondo quanto concordato in sede di Conferenza Stato Regioni; multe per i medici che prescrivono esami superflui; contributo di 33,5 milioni di euro alla Regione Lazio finalizzato all'attuazione, in ambito sanitario, del piano straordinario per il Giubileo 2016/2016; polizza sanitaria di 50 euro  per i pellegrini che in occasione del Giubileo intendono ricevere prestazioni sanitarie in Italia; 241 nuove assunzioni a tempo indeterminato all'Aifa fino al 2018.

 

Forze dell'ordine -  "Transito nella polizia municipale" del personale appartentente alla polizia provinciale; piano di assunzioni  straordinarie nelle Forze di polizia e nel Corpo nazionale dei vigili  del fuoco in vista del prossimo Giubileo; proroga dell'impiego delle  forze dell'ordine nell'operazione "strade sicure". 

 

Anagrafe - Istituzione, nell'ambito dell'Anagrafe  nazionale, "di un archivio informatizzato contenente i registri dello stato civile tenuti dai comuni".

 

Terremoto dell'Aquila - Più rapidi e più trasparenti i processi di  ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 2009.

 

Terremoto dell'Emilia Romagna -  Proroga fino al 31 dicembre 2016 dello stato d'emergenza in relazione agli eventi sismici che hanno avuto luogo nel 2012. 

 

Alluvione Sardegna - Stanziamento di 5 milioni di euro  per l'istituzione di una zona franca ad Olbia e nei luoghi colpiti dagli eventi alluvionali del 2013.

 

Accisa carburanti - Spostamento al 30 settembre 2015 del termine per l'eventuale aumento dell'aliquota dell'accisa sui carburanti "in  misura tale da determinare maggiori entrate nette non inferiori a  1.716 milioni di euro".

 

Lsu Calabria - Norma per la stabilizzazione dei precari della  Calabria "nei limiti del patto di stabilità".

Data ultima modifica 04 agosto 2015 ore 22:06

Leggi tutto