Venezia al centrodestra, Guerini (Pd): sconfitta che brucia

1' di lettura

Il vicesegretario dem dopo i ballottaggi nei comuni in cui si è votato domenica: "Siamo nettamente il primo partito in Italia anche nel numero dei sindaci, ma non è sufficiente a farci brindare". Salvini: "Renzi traballa". Zaia: "In Veneto cappotto"

"Dai ballottaggi vengono risultati con luci e ombre. L'analisi puntuale conferma che il Pd è nettamente il primo partito in Italia anche nel numero dei sindaci, ma non è sufficiente a farci brindare" e "giudicare positivo il risultato". Così Lorenzo Guerini, vicesegretario del Pd, in un’intervista a Repubblica dopo i ballottaggi nei 65 comuni dove si è votato domenica (SPECIALE: I RISULTATI DI TUTTI I COMUNI).


"Risultato non è positivo" - "Brucia la sconfitta di Venezia come quelle di città importanti quali Arezzo, Fermo, Matera, Nuoro", sottolinea Guerini analizzando il risultato. "Aver riconquistato città simbolo come Mantova o Trani o confermato buoni amministratori a partire da Lecco non è sufficiente a giudicare positivo questo risultato". E sottolinea come “Mafia Capitale sicuramente non avvicina i cittadini alla politica e, credo, abbia avuto anche qualche conseguenza sul nostro elettorato che si è sentito tradito da coloro i quali hanno sbagliato e che non troveranno più posto nel Partito democratico".

"Perse città significative" - "Nel riepilogo complessivo dei Comuni - aggiunge - il centrosinistra governa più amministrazioni del passato. Abbiamo perso città significative ma altre altrettanto significative, come Mantova e Trani, le abbiamo strappate al centrodestra e confermato Lecco. L'elettorato decide su dinamiche locali". Quanto all' astensionismo, "è un dato, purtroppo, che non è nuovo e non interessa solo l' Italia. E' la misura della distanza percepita tra i cittadini e la politica e che credo possa essere recuperata con una politica che sa assumersi le proprie responsabilità ed assumere le decisioni utili al Paese come, giustamente e con determinazione, stiamo cercando di fare con l' azione del nostro governo".

Esulta la Lega, Salvini: "Renzi traballa" - "La poltrona di Renzi traballa, sicuramente è una bella mazzata per il Pd, che ha passato un anno a parlare di legge elettorale e Senato quando l'emergenza in Italia sono la disoccupazione e l'immigrazione fuori controllo". Così il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini ha commentato invece l'esito dei ballottaggi. Soddisfatto anche il governatore del Veneto Luca Zaia: "In Veneto il centrodestra ha fatto cappotto, vincendo in cinque comuni, tra i quali Venezia, è una bella soddisfazione". "A vincere è stato soprattutto un progetto alternativo di governo, Renzi perde e perde su tutta la linea".

Intanto il ministro dell'Interno e leader di Ncd Alfano stuzzica l'alleato della Lega:

Leggi tutto