Elezioni, Salvini: "Lega alternativa più seria a Renzi"

1' di lettura

"C’è un progetto" che "non riguarda solo i campi rom, ma anche agricoltura, pensioni, economia" e "appassiona milioni di persone" dice il leader del Carroccio a Sky TG24. E sulle coalizioni future: "No a minestroni o ammucchiate". VIDEO

All’indomani del voto alle elezioni amministrative, esulta il leader della Lega Nord Matteo Salvini, che vede il suo partito riconquistare il Veneto con il doppio dei voti della sfidante di centrosinistra Alessandra Moretti e affermarsi anche in Liguria come primo partito della coalizione di centrodestra, con oltre il 20% dei voti. (LO SPECIALE ELEZIONI, TUTTE LE FOTO, TUTTI I VIDEO - LIVEBLOG)

"La Lega è l'alternativa più seria a Renzi oggi in Italia", dice il leader del Carroccio a Sky TG24 e rivendica "risultati storici" anche in Toscana, Umbria e Marche. E sottolinea: "C’è un progetto" che "non riguarda solo i 'campi rom', ma anche agricoltura, pensioni, economia" e che "appassiona milioni di persone". "Abbiamo dimostrato di essere credibili" continua Salvini: "Si vince con idee chiare e coraggiose".

Niente minestroni - E sull’ipotesi di future coalizioni e l'indicazione che viene dalle urne in base alla quale il centrodestra quando si presenta unito vince: "Non voglio minestroni o ammucchiate" dice Salvini. “"Ben vengano le coalizioni, pronto a discutere con tutti", "ma con dei paletti": ad esempio "Alfano è sparito, chi sta governando con Renzi non può costruire l'alternativa a Renzi".

La vittoria in Veneto - In Veneto, Luca Zaia ottiene una riconferma trionfale e senza ostacoli. E afferma (guarda il video): “Ho fatto una campagna elettorale senza polemiche invitando i cittadini ad andare a votare. Non ho mai parlato male dei miei avversari. E l’affluenza è stata buona”. Il Governatore si toglie poi un sassolino dalla scarpa: “Si diceva che ero in discussione, invece i dati dicono che è il Pd ad essere stato messo in discussione”.

Leggi tutto