Regionali, verso il 5-2. Liguria: vince Toti. De Luca avanti

1' di lettura

Veneto alla Lega. Toscana, Puglia, Marche e Umbria al Pd. In Campania testa a testa Caldoro-De Luca, con il secondo in vantaggio. Alta l'astensione LE PRIME REAZIONI - AGGIORNAMENTI

CLICCA QUI PER I RISULTATI DEFINITIVI E I COMMENTI DEL GIORNO DOPO

5 a 2 per il centrosinistra. E' questo il risultato che verrebbe fuori da questa tornata di elezioni regionali (SPECIALE - REAZIONI), dove al momento l'unico risultato ancora in bilico (ma siamo all'85% di sezioni scrutinate) è quello della Campania, dove il candidato del Pd Vincenzo De Luca è in vantaggio su Caldoro. Per il resto, sorpresa Toti in Liguria e conferma della Lega in Veneto. Centrosinistra che vince in Umbria (ma soffre), nelle Marche, in Toscana e in Puglia.

Le prime reazioni - Esulta Giovanni Toti, che strappa la Liguria al centrosinistra. "Abbiamo i numeri per governare da soli", dice nella notte dopo aver festeggiato in strada (FOTO). Fa festa anche Luca Zaia, riconfermato alla guida del Veneto: "Un risultato strepitoso". "È una bellissima vittoria del centrosinistra", ha commentato invece Michele Emiliano dopo il successo in Puglia (QUI TUTTE LE ALTRE REAZIONI).

L'affluenza - Sette le Regioni in cui si è votato fino alle 23 di domenica 31 maggio (Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Campania e Puglia - i sistemi di voto). Al voto sono andati anche 742 Comuni, tra cui Venezia (dove lo scrutinio inizierà alle tre di lunedì). In Sicilia invece i seggi saranno aperti anche dalle 7 alle 15 di oggi. L'election day ha riguardato oltre 23 milioni di cittadini (le curiosità ai seggi), ma l'affluenza ha giocato un ruolo decisivo, crollando: è andato a votare solo un elettore su due.

Gli aggiornamenti in tempo reale


Leggi tutto