Segrate, Berlusconi sbaglia e va alla festa della sinistra

1' di lettura

Voleva sostenere, a sorpresa, la candidata sindaco del centrodestra, ma si è ritrovato all'evento sbagliato, quello organizzato dal centrosinistra. E' successo venerdì sera, nel comune alle porte di Milano

Chiusura di campagna elettorale all'evento sbagliato per Sivlo Berlusconi, che venerdì sera si è presentato ad una festa in piazza per giovani organizzata dalla lista civica di centrosinistra che corre per le elezioni al Comune di Segrate (Milano) ed è rimasto là per circa cinque minuti "prima di accorgersi che aveva sbagliato manifestazione e che quella non era la festa della candidata del centrodestra". Lo ha raccontato il candidato sindaco per il centrosinistra del Comune di Segrate, Paolo Micheli, anche consigliere regionale. "E' accaduto verso le 23 - ha spiegato - Berlusconi si è messo a parlare con alcuni giovani, ha chiesto loro quale fosse il nome del candidato e poi ha detto 'allora domenica trovate un'ora per andare a votare Paolo", prima di rendersi conto che era la festa sbagliata.

"L'ho saputo soltanto dopo che il Presidente voleva venire da noi per farci una sorpresa, anche se alla fine la sorpresa l'ha fatta ma a qualcun altro" racconta scherzando anche Tecla Fraschini, candidata sindaco per il centrodestra al Comune di Segrate. "Io non sapevo che il Presidente volesse venire da noi per farci una sorpresa, l'ho saputo soltanto dopo - ha raccontato Fraschini - e se fosse arrivato davvero, sarebbe stata un'eccezionale chiusura di campagna elettorale". Alla fine, in ogni caso, ha concluso Fraschini sorridendo, "è stata una sorpresa, anche se per qualcun altro, solo un disguido e niente di negativo per nessuna delle due parti in corsa per le elezioni".

Leggi tutto