Elezioni, Val d'Aosta e Trentino Alto Adige al voto

Piazza Walther a Bolzano
1' di lettura

Il mese di consultazioni elettorali inizia con il rinnovo di oltre trecento comuni nelle due regioni a statuto speciale. Occhi puntati sui tre capoluoghi, Aosta, Bolzano e Trento, chiamati a eleggere sindaco e consigli comunali

La tornata di elezioni amministrative e regionali, che vedrà a fine maggio recarsi alle urne i cittadini di ben sette regioni e oltre mille comuni (LO SPECIALE), inizia già oggi, domenica 10 maggio, con il voto comunale in diversi centri della Val d'Aosta e del Trentino Alto Adige. Occhi puntati soprattutto sui tre capoluoghi di provincia che devono eleggere il sindaco. L'eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 24 maggio.

Il voto in Val D'Aosta - Ad Aosta i seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 per l'elezione diretta del sindaco, del vicesindaco e del  Consiglio comunale. In corsa 7 candidati sindaco con 11 liste:  Nicoletta Spelgatti appoggiata da Lega Nord e Aosta nel Cuore; Etienne Andrione di Union Valdotaine Progressiste; Loris Sartore appoggiato da Sartore sindaco Alpe; Luca Lattanzi di Popolari per Aosta; Carola  Carpinello con la lista l'Altra Valle d'Aosta; Fulvio Centoz  appoggiato da Pd, Lista Alpina, Creare Vda, Union Valdotaine; Luca  Giuseppe Lotto del Movimento Cinque Stelle. Al voto anche in altri 67 comuni della Valle d'Aosta.

Elezioni a Bolzano, favorito il Pd - A Bolzano seggi aperti alle ore 7 alle ore 21 per l'elezione del sindaco, del Consiglio Comunale e per l'elezione dei Consigli di  Quartiere. Alle urne si recheranno 78.433 elettori, di cui 41.578 donne e 36.855 uomini.  In corsa 19 liste per nove candidati sindaco: Luigi Spagnolli, sindaco uscente e favorito per la probabile riconferma, appoggiato da cinque liste (Pd, Partito Socialista, Projekt  Boze Noi Bolzano, Lista civica per Spagnolli e dalla Südtiroler Volkspartei). Il principale sfidante è Alessandro Urzì sostenuto da Forza Italia, Unitalia Movimento Iniziativa Sociale e  L'Alto Adige nel cuore con Urzì. Oltre a loro due si presentano Rudi Rieder del Movimento Cinque Stelle; Giovanni Benussi appoggiato dalla lista Benussi sindaco e da Casapound Italia; Pierangelo Duzzi con la lista Pensionati e Nuova citttà con Duzzi; Angelo Gennaccaro con la lista Io sto con Bolzano;  Mariateresa Tomada per Fratelli d'Italia; Cecilia Stefanelli appoggiata dai Verdi, Sinistra Ecologia e Libertà e A sinistra per Bolzano; Carlo Vettori della Lega Nord.

Al voto in Alto Adige anche altri 108 comuni - In provincia di Bolzano si vota anche in altri 108 comuni, tra cui anche i centri maggiori di Merano, Bressanone e Laives. L'unico partito che si è presentato in tutti i municipi è la Südtiroler Volkspartei, partito di raccolta del gruppo linguistico tedesco, da 70 anni protagonista della politica locale. Probabile dunque la riconferma del partito della Stella Alpina nella maggior parte dei piccoli comuni.

Si elegge il sindaco a Trento - Alle urne dalle 7 alle 21 anche i cittadini di Trento dove si vota per l'elezione sindaco, del Consiglio  comunale e dei Consigli circoscrizionali. La sfida è soprattutto tra il sindaco uscente Alessandro Andreatta,  sostenuto da Pd, P.A.T.T., Cantiere Civico Democratico e dai Verdi e Claudio Cia sostenuto da un centrodestra compatto, che comprende Lega Nord Trentino, Civica Trentino, Forza Italia,  Progetto Trentino, Fratelli d'Italia-An. Anche qui però sembra scontata la riconferma del sindaco uscente. Oltre ai due candidati principali in corsa ci sono anche Paolo Primon di Popoli Liberi; Paolo Negroni del Movimento  Cinque Stelle e Antonia Romano sostenuta da L'Altra Trento a Sinistra.

Al voto in altri 140 comuni del Trentino - In Trentino si vota in altri 140 comuni tra cui Rovereto, dove il sindaco Pd Andrea Miorandi cerca la riconferma.  Caso singolare quello di Castelfondo, piccolo comune della Val di Non, con poco più di 600 abitanti, dove le comunali sono state sospese, perché non vi sono candidature.

Leggi tutto