Mattarella: “Sulle donne il peso maggiore della crisi”

1' di lettura

Il presidente della Repubblica, in occasione della celebrazione dell’8 marzo, ha detto che “senza le donne l’Italia sarebbe più povera e ingiusta”. E sui dissesti ambientali: “Dietro c’è spesso la mano dell’uomo. E non basta solo l’ottica dell’emergenza”

"Su di voi grava il peso maggiore della crisi economica". Lo ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella rivolgendosi alle donne presenti al Quirinale per la celebrazione della Giornata della Donna. E ancora: "Senza donne l'Italia sarebbe più povera e ingiusta. Le donne sono il volto della coesione sociale".

"Donne il motore della socierà" - Il capo dello Stato ha ricordato che alle donne "una società non bene organizzata affida il compito, delicato e fondamentale, di provvedere in maniera prevalente all'educazione dei figli e alla cura degli anziani e dei portatori di invalidità". Per tutte queste ragioni il presidente Mattarella ha spiegato come le donne, "spesso alla difficile ricerca di una compatibilità tra lavoro e famiglia", siano il motore della società e che senza di loro "l'Italia sarebbe più povera e più ingiusta".

Mattarella: “Dietro dissesti anche la mano dell’uomo” - Il Capo dello Stato ha poi parlato anche di dissesti ambientali. "La mano dell'uomo è spesso alla base di dissesti, alluvioni, frane, che sono pericolosi per la vita dei cittadini e comportano un dispendio di energie e risorse pubbliche". Poi ha aggiunto: "Senza entrare nel merito vorrei qui dare atto al Parlamento di aver compiuto un importante passo avanti nella definizione del reato di disastro ambientale: un crimine grave, finora sanzionato con pene inadeguate".

Leggi tutto