Salvini: "Prematuro parlare di accordo nazionale con Fi"

1' di lettura

"Valutiamo caso per caso nelle Regioni, ma se si votasse domani la Lega andrebbe da sola" dice il leader del Carroccio dopo le prove di intesa con Berlusconi. Alla Camera torna in Aula la riforma costituzionale, Sisto si dimette da relatore del ddl

"Forza Italia ha detto che un accordo è stato fatto e deciso, a Roma e nelle Regioni: piano, calma, e sangue freddo". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, parlando a Radio Padania, dopo le prove di intesa con Fi e l’incontro a cena, domenica sera, con Berlusconi. "Fi - aggiunge il leader del Carroccio - dopo un anno ha capito che deve stare all'opposizione e che la Lega è un alleato importante. Valutiamo caso per caso nelle Regioni, ma a livello nazionale non basta dopo un anno di inciucio con Renzi: se si votasse domani mattina la Lega andrebbe da sola”.

Il veto di Salvini su Ncd - In merito alle regionali, Salvini aveva già spiegato lunedì: "Ci mettiamo a disposizione coi nostri uomini e i nostri programmi" ma "non è possibile che il simbolo della Lega Nord sia affiancato da quello dell'Ncd di Alfano".

Renzi: "Peggio per Berlusconi" - La linea che sarebbe uscita dall’incontro ad Arcore, in ogni caso, sarebbe quella di un’opposizione "a 360 gradi" al governo Renzi. Scelta che il premier, coi suoi, secondo quanto riportato da Repubblica, liquida così: "Più Berlusconi si salvinizza, più i suoi non lo votano. Contento lui…".

Sisto (Fi) si dimette da relatore ddl riforme - Per quanto riguarda l'iter delle riforme, gli effetti della rottura del patto del Nazareno, si misurano in aula da oggi nel voto sulla riforma costituzionale alla Camera. Ma la prima conseguenza di registra con le dimissioni del forzista Francesco Paolo Sisto, presidente della commissione Affari costituzionali, dal ruolo di relatore del ddl di Riforme costituzionali.  "Il patto del Nazareno non esiste più, e Forza Italia è libera di non essere scontenta" ha detto Sisto, aggiungendo poi a Sky TG24 che Fi "è stata coerente e ora si riprende un po' di autonomia".  "Mi spiace per le dimissioni di Sisto ma noi andiamo avanti" il commento del sottosegretario Luca Lotti.


Leggi tutto