Expo, Papa Francesco: no a iniquità, questa economia uccide

1' di lettura

A Milano prove generali per l'esposizione internazionale. Oltre 500 esperti riuniti per gettare le basi per la “Carta” che dovrebbe diventare una sorta di protocollo di Kyoto sul cibo. Videomessaggio del pontefice. Renzi chiude i lavori

Oltre 500 esperti si sono riuniti sabato 7 febbraio all'Hangar Bicocca di Milano per parlare del tema scelto per l'esposizione universale: “Nutrire il pianeta - Energia per la vita”. Presenti diversi esponenti del governo con il premier Matteo Renzi. Momento centrale della giornata il videomessaggio di Papa Francesco con l'appello contro l'iniquità, considerata "la radice di tutti i mali".

Il Papa: "No a inequità" - Occorre avere, ha detto il pontefice, "uno sguardo e un cuore orientati" con decisione a "risolvere le cause strutturali della povertà. Ricordiamoci che la radice di tutti i mali è la iniquità". "No a un'economia dell'esclusione e della iniquità. Questa economia uccide", ha affermato il Papa citando la sua Evangelii gaudium.

L'appuntamento di Milano -
L'obiettivo delle “Idee di Expo” - questo il titolo dell'appuntamento - è quello di gettare le basi per la “Carta di Milano” che dovrebbe diventare una sorta di protocollo di Kyoto sul cibo: un impegno per ridurre gli sprechi e combattere la fame nel mondo che sarà consegnato il 16 ottobre al segretario generale dell'Onu Ban-ki Moon all'Expo. E dell'esposizione mondiale di Milano questa dovrebbe essere la vera eredità duratura.
La prima versione della Carta di Milano sarà presentata il 28 aprile, come ha reso noto il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina in conferenza stampa ad 'Expo delle idee'.

Leggi tutto