Colle, prima votazione a vuoto. Pd candida Mattarella

1' di lettura

Fumata nera alla Camera. I Grandi elettori Pd approvano all'unanimità il nome proposto da Renzi, che indicheranno dalla IV votazione. Berlusconi: "Altolà al patto del Nazareno". M5S vota Imposimato. Applausi per Napolitano. La cronaca della giornata

Segui gli aggiornamenti con il Liveblog

Come ampiamente annunciato, si chiude a vuoto la prima giornata di votazioni alla Camera per l'elezione del Presidente della Repubblica (le foto - lo speciale - l'infografica su come si vota e sui numeri dell'elezione). Con un quorum a 673, i due terzi dell'assemblea (1009 elettori), sono state 538 le schede bianche. Il più votato è stato il candidato del Movimento 5 stelle Ferdinando Imposimato, con 120 preferenze, il vincitore delle quirinarie M5S.
Il Pd ha candidato al Colle Sergio Mattarella (FOTO - VIDEO), che indicherà come nome dalla quarta votazione. A ufficializzarlo il premier Renzi all'assemblea dei grandi elettori del Partito democratico. Un nome che ricompatta il Pd, ma non trova il consenso di Forza Italia.

I numeri - Questi i numeri ufficiali, comunicati all'Aula dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, della prima votazione: 975 presenti e votanti, maggioranza dei 2/3 dei componenti dell'assemblea 673. Hanno ottenuto voti: Imposimato (120); Feltri (49); Castellina (37); Bonino (25); Rodota' (23); Albertini (14); Sabelli Fioretti (11); Morelli (9); Prodi (9); Caleo (8); Gualdani (6); Bersani e Mattarella (5); Barani (4); Scognamiglio (4); Marianetti, Martino, Merlo, Messina, Mieli, Pagano, Zitelli (3); Ballini D'Amato, Finocchiaro, Greggio (2).
Quarantotto sono stati i voti dispersi, 538 le schede bianche e 33 le nulle.

In Aula applausi per Napolitano, proteste dalla Lega
- Un grande applauso ha accolto l'arrivo del presidente emerito Giorgio Napolitano in Aula (FOTO). Proteste contro il nome di Mattarella invece si sono levate dalle fila della Lega, con i parlamentari che hanno esposto una vecchia copertina del Manifesto in cui si legge "Non moriremo democristiani".

Pd si ricompatta su Mattarella
- "Sergio Mattarella è uomo della legalità, della battaglia contro le mafie e della politica con la P maiuscola, è difensore della Costituzione" ha detto Renzi, che ha precisato come il nome del giudice costituzionalista sarà espresso a partire dal quarto scrutinio. Prima i democratici voteranno scheda bianca. (LEGGI L'ARTICOLO). Un candidatura che ricompatta il partito democratico, come sottolineato a Sky TG24 da Francesco Boccia e anche da Pier Luigi Bersani (VIDEO) che dice, "i grandi elettori devono essere leali, lo devono anche a me".

Berlusconi: "Altolà a Patto Nazareno" - Il nome di Mattarella trova anche il consenso di Vendola perché "rompe il patto del Nazareno" (VIDEO), ma manca la convergenza di Forza Italia. "Noi voteremo scheda bianca anche al quarto scrutinio, vediamo se hanno i voti per eleggere Mattarella da soli" ha detto invece Silvio Berlusconi ai grandi elettori di FI, sottolineando che la decisione segna "un altolà al pazzo del Nazareno".
Toni netti così come quelli di Romani che a Sky TG24 dice: "Non voteremo Mattarella" e Brunetta, che definisce il nome di Mattarella "un diktat inaccettabile" (VIDEO).
Lega e Fratelli d'Italia candidano invece Vittorio Feltri. E dicono no al giudice costituzionalista ex Dc anche gli ex M5S di Camera e Senato e il Nuovo Centrodestra, che mira a una posizione congiunta con Forza Italia.

Mattarella il più votato dagli ospiti di Sky TG24 - Intanto sono state "scrutinate" anche le schede degli ospiti di Sky TG24 che in queste settimane hanno votato quello che sarebbe stato, secondo le loro previsioni, il prossimo inquilino al Colle. Il più votato è stato Sergio Mattarella, seguito da Veltroni, Amato, Prodi e Finocchiaro. (La gallery)

LA CRONACA DELLA GIORNATA


Leggi tutto