Quirinale, Fitto a Sky TG24: non voterò per obbedienza cieca

1' di lettura

L'europarlamentare ospite de L'intervista di Maria Latella: Fi rischia di diventare uno strumento di Renzi. E annuncia: "Non andrò più alle riunioni del comitato di presidenza, non ha una regolarità statutaria. Mi sembra superfluo partecipare"

Appoggiare qualsiasi nome proposto da Berlusconi? "Non è che voterò per obbedienza cieca e a prescindere". Così l'europarlamentare di Forza Italia Raffaele Fitto, ospite de L'intervista di Maria Latella su Sky TG24, risponde sul possibile candidato al Quirinale (LO SPECIALE - L'INFOGRAFICA). "La risposta - aggiunge - non può essere positiva se si evitasse di discuterne e il nome arrivasse da un sms a poche ore dal voto". Il leader della minoranza FI chiede invece che "si discuta il profilo del prossimo Presidente della Repubblica" e a questo proposito guarda a una figura "autorevole e autonoma, e mi auguro che si riconosca in uno scenario politico non necessariamente di sinistra".

"Non parteciperò più al comitato di presidenza" -
A proposito del suo ruolo all'interno del partito, Fitto chiarisce: "Non ho idea di fare un altro partitino ma voglio discutere dentro Fi in modo chiaro e netto". E annuncia: "Non andrò più alle riunioni del comitato di presidenza, che non ha una regolarità statutaria e poi non si riunisce mai. Mi sembra superfluo partecipare" (VIDEO).

No a Forza Italia nel governo -
Fitto esclude poi "in modo netto e chiaro" un ingresso di Forza Italia nel governo: "Temo che FI rischi di diventare uno strumento che consente a Renzi di ottenere i suoi risultati" (VIDEO).

"Forza Italia combatte per essere la terza forza del Paese"

Leggi tutto