Renzi: "Da Ue segnali positivi, ma avanti con le riforme"

1' di lettura

Il premier, al termine del vertice bilaterale con Angela Merkel, promuove le novità in arrivo da Bce e Bruxelles ma avverte: "Non si può bloccare il percorso riformatore, bisogna mettere il turbo". La Cancelliera: "Progetto ambizioso, ma darà risultati"

"L'Europa nel mondo è soprattutto un insieme di valori e ideali che insieme vogliamo difendere. Insieme dobbiamo cambiare la narrazione dell'Europa. Su questo mi impegno insieme ad Angela Merkel. Cambiamo la narrativa dell'Europa contro coloro che vogliono distruggerla".  Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante la conferenza stampa con Angela Merkel che chiude il bilaterale Italia-Germania e che si è tenuta nella Galleria dell'Accademia, ai piedi del David di Michelangelo.  Il premier ha definito il vertice "un appuntamento che nasce dal desiderio di valorizzare insieme la presidenza tedesca del G7 e le sfide che abbiamo di fronte".

Renzi: "Da Ue segnali positivi"
- Dalle ultime decisioni economiche dell'Ue arrivano "primi segnali positivi", ma "non bisogna bloccare le riforme" nei singoli Stati ha detto poi il premier, citando tra l'altro le misure Ue sulla flessibilità e le decisioni di ieri della Bce di Mario Draghi.
"Non si può bloccare il percorso riformatore, anzi questo percorso va accelerato, dobbiamo mettere il turbo - ha detto Renzi - in 11 mesi abbiamo portato avanti una fase di riforme straordinaria", ha aggiunto annunciando nuove misure su "scuola e innovazione" da oggi a un mese". "Come Michelangelo rispose che per fare il David bastò togliere il marmo in eccesso, cosi' per fare le riforme è bastato togliere la burocrazia in eccesso".



Merkel: "Percorso ambizioso, ma darà risultati" - La cancelliera tedesca ha definito il percorso indicato dal governo italiano "lungo" e "ambizioso", ma, ha detto, "darà risultati". Secondo Merkel, la "politica deve assumersi le sue responsabilità" e l'atteggiamento dell'Italia, in questo, "mi tranquillizza".
"Ho parlato dettagliatamente con Renzi del programma di riforme che l'Italia sta portando avanti. Ogni volta che ci vediamo mi informa sui progressi, conosco tutti i passi: quello che ciò che ha proposto Matteo Renzi, ha una velocità impressionante, non viene rimandato nulla ma implementato e velocizzato" ha aggiunto Merkel, escludendo qualsiasi timore che le mosse della Bce possano rappresentare un alibi per rallentare.


Leggi tutto