Stabilità: più fondi per Sla ed emergenze, Iva ebook al 4%

1' di lettura

Via libera dalla Commissione Bilancio della Camera agli emendamenti alla legge:  400 milioni per la non autosufficienza, 60 milioni per il dissesto idrogeologico, social card estesa anche agli extracomunitari

Iniziano ad arrivare alcune indicazioni sulle scelte del governo sulla legge di Stabilità. La Commissione Bilancio alla Camera ha infatti dato il via libera ad alcuni emendamenti alla legge che dovrebbe concludere il suo iter la settimana prossima. Secondo quanto calendarizzato dal governo, però, prima è prevista l'approvazione del Jobs act sul quale rimane ancora aperta la possibilità che venga posto il voto di fiducia.
Negli emendamenti del governo alla legge di Stabilità, intanto, si parla di aumento di fondi per la non autosufficienza (malati di Sla), social card estesa agli extracomunitari, 60 milioni per le calamità naturali e l'abbassamento dell'Iva per gli e-book. Ecco in sintesi alcuni passi del governo:

400 milioni per malati di Sla - Via libera della Commissione Bilancio all'aumento da 250 a 400 milioni di euro del fondo per la non autosufficienza, compresa la Sla, per il 2015. I 150 milioni in più arrivano dal fondo per la famiglia, che passa da 298 a 148 milioni. A partire dal 2016 il fondo per la non autosufficienza potrà contare invece su 250 milioni di euro l'anno. Il taglio del fondo inizialmente previsto nella legge di Stabilità aveva suscitato le proteste delle associazioni dei malati, in primis quelli di Sla.

Social card estesa agli extracomunitari - Un emendamenteo prevede inoltre che la social card, la cosiddetta carta acquisti, venga estesa anche ai cittadini extracomunitari. Vale 40 euro al mese ed era stata pensata per le famiglie in difficoltà.

60 milioni per dissesto idrogeologico - Sono, inoltre, in arrivo 60 milioni di euro per il fondo per le emergenze nazionali per l'anno 2015, introdotto con un altro emendamento del Governo alla legge di stabilità. Le risorse, si legge nella relazione tecnica all'emendamento, saranno dirottate da quelle destinate alla copertura del pagamento dei mutui, che "per il prossimo anno sono eccedenti rispetto al fabbisogno".

Abbassamento Iva su ebook - L'Iva sugli ebook passa dal 22% al 4%, come per i libri cartacei. L'abbassamento dell'aliquota sugli e-book comporterà un mancato gettito pari a 7,2 milioni di euro l'anno, che sarà coperto dal fondo per interventi strutturali di politica economica.

Made in Italy - Fra le altre misure di rilievo, per la promozione del Made in Italy saranno stanziati 130 milioni di euro per il 2015, 50 milioni per il 2016 e 40 per il 2017 tramite l'agenzia Ice.

Leggi tutto