Roma, Alfano: sindaco sceglie luoghi dei centri per migranti

1' di lettura

Il ministro dell'Interno a Sky TG24 torna sulle polemiche per la tensione contro gli immigrati nel quartiere di Tor Sapienza. E a Marino, che aveva criticato il Viminale, risponde: "La gestione intelligente delle periferie spetta al primo cittadino"

"Io non ho polemica personale con Marino. Se la sbrighi con il suo partito, i cittadini romani, il consiglio comunale. Ma la gestione intelligente delle periferie non fa ricadere i problemi sul ministro dell'Interno". Il titolare del Viminale, Angelino Alfano, a Sky TG24 (L'INTERVISTA INTEGRALE), commenta così le ultime evoluzioni sulle proteste contro gli immigrati a Tor Sapienza, a Roma, e le frasi del primo cittadino della capitale che aveva accusato il Viminale per la “gestione sbagliata del progetto di accoglienza”.

Alfano a Sky TG24: "Luoghi dei centri scelti dal sindaco" - “Qui stiamo parlando di Tor Sapienza, che è a Roma, dove il sindaco è lui. Il luogo lo sceglie il sindaco e il Viminale gli dà i soldi. Punto. Altrimenti stiamo facendo i prestigiatori con i telespettatori", replica Alfano, Prima di aggiungere: "I fatti di Tor Sapienza dimostrano che i romani non sono razzisti, sono stanchi", "tifiamo per Roma. Mica speriamo che le cose vadano male per poter polemizzare con il sindaco Marino. Abbiamo abbastanza cultura istituzionale".

Marino: "Nessuno mi ha chiesto di azzerare la giunta" - Intanto Marino torna sulle contestazioni legate all’attività della sua amministrazione: "Nessuno mi ha chiesto di azzerare la giunta e non credo che me lo chiederanno”, dice il primo cittadino su un possibile rimpasto chiesto dal suo partito: "Ho in programma da tempo di riallocare capacità e talenti della giunta e questo il Pd lo sa: l'obiettivo non sono le poltrone ma rispondere ai cittadini", ha concluso Marino.

Leggi tutto