Grillo a Sky TG24: "Su Colle pronti a dialogare"

1' di lettura

Da Bruxelles, dove ha lanciato la sua campagna anti-euro, il leader M5S commenta un possibile accordo su legge elettorale e Quirinale: "Solo se è nome al di fuori di logiche politiche e carriere. Poi non sono io a decidere, metteremo in Rete e si vedrà"

“Quello che fa Napolitano non mi interessa da parecchio tempo. Smentisce, non smentisce, sono parole vuote nel nulla cosmico”. E' quanto dice a SkyTG24 il leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo, a proposito delle possibili dimissioni del capo dello Stato (L'INTERVISTA INTEGRALE). E sulla legge elettorale, se ci fanno una proposta valida noi “siamo pronti a dialogare. Questo discorso vale anche per il Presidente della Repubblica: se è un nome al di fuori della logiche politiche, al di fuori delle carriere, discorsi o trame dei partiti politici. Poi non sono io a decidere. Metteremo in rete e si vedrà".

"Non siamo in guerra con l'Isis non con la Bce" - Grillo parla da Bruxelles, dove al parlamento europeo lancia ufficialmente la sua campagna Anti-euro. Con la raccolta di firme in vista di un referendum contro la moneta unica, dice, il Movimento 5 Stelle vuole "riprendere la nostra sovranità nazionale", con "la Banca d'Italia che torna a stampare la nostra moneta nella nostra terra". Per questo, ha detto Grillo, "non siamo in guerra con l'Isis o la Russia ma con la Bce".



"Germania nazione più corrotta d'Europa" - Dall’ex comico parole di fuoco contro la Germania: "E' la nazione più corrotta d'Europa". "Dobbiamo combattere  - ha continuato - il Jobs act tedesco, imposto dai tedeschi che lì ha prodotto disastri, una crescita negativa. Questa Germania ci impone le sue idee e le sue allucinazioni economiche. Ci impone cose che sono il contrario della democrazia, persone non elette da nessuno. Questo perché anche la sua economia sta stagnando, mentre noi siamo in recessione totale".

Leggi tutto