Boschi: stallo su Italicum perché in Forza Italia si litiga

1' di lettura

Il ministro delle riforme: "L'intesa è ferma perché il partito di Berlusconi è diviso". Renzi:  Il premier: "Alcuni frenano avanti anche da soli". E sulla legge elettorale dice: "Prossima settimana testo al Senato"

"Il patto del Nazareno non può essere fermato e rallentato perché qualcuno ha paura di mandare avanti le riforme. Se qualcuno pensa di fare il temporeggiatore, noi diciamo che andiamo avanti anche da soli perché c'è un senso di urgenza sulle riforme". E' quanto dice il premier Matteo Renzi alla cena di finanziamento Pd avvenuta giovedì 6 novembre a Milano (qui il video integrale dell'intervento). Renzi parla poi della legge elettorale: "La settimana prossima - dice - incardiniamo il testo in Senato" e sul suo futuro aggiunge: "Io vorrei essere chiaro: tra dieci anni con la politica ho chiuso". "'Forse anche prima', sento sussurrare", scherza poi il premier col pubblico.

Boschi: "Patto del Nazareno fermo perché in Forza Italia litigano" - Posizioni rilanciate e ribadite dal ministro Boschi. Il Patto del Nazareno si è arrestato "perché dentro Forza Italia litigano, non si mettono d'accordo tra di loro. Noi però non ci possiamo fermare. Facciamo le riforme con chi ci sta", dice prima di aggiungere che con Fi sulla legge elettorale "siamo molto vicini ad un accordo. Abbiamo i capilista scelti dal partito e le preferenze per gli altri; manca qualcosa sulle percentuali". Ma se FI si tirerà indietro "noi dovremo andare avanti comunque con gli altri partiti".

"Il Patto del Nazareno scricchiola" - Qualche ora prima, dopo una contestazione durante una visita all'Alcatel, il premier  era intervenuto all'Anci e non aveva nascosto la tensione con Berlusconi, ammettendo: "Il patto del Nazareno scricchiola", ma agguingendo: "Non sono un coniglio, vado avanti".

Leggi tutto