Governo, Paolo Gentiloni è il nuovo ministro degli Esteri

1' di lettura

L'esponente democratico prende il posto di Federica Mogherini, che si è dimessa dopo la nomina a lady Pesc. Già ministro delle Comunicazioni, ha fatto parte della Commissione Esteri. Faraone e De Micheli sottosegretari all'Istruzione e all'Economia

E' Paolo Gentiloni il nuovo ministro degli Esteri. L'esponente democratico, vicino al premier, sostiuisce Federica Mogherini, che dal primo novembre è la nuova commissaria europea agli Affari Esteri.
Mogherini ha rassegnato le sue dimissioni da ministro oggi, 31 ottobre, secondo quanto riferito da un comunicato della Farnesina, e assumerà da novembre l'incarico di Alto rappresentante Ue per la Politica estera.
Paolo Gentiloni ha prestato giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano al Palazzo del Quirinale nel pomeriggio, come riferisce un comunicato del Colle. Erano presenti, in qualità di testimoni, il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere di Stato Donato Marra, e il Consigliere Militare del Presidente della Repubblica, Generale Rolando Mosca Moschini. Presente anche il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi.
"Ringrazio il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il presidente Renzi per la fiducia accordata. So che è una grande responsabilità. Lavoreremo in continuità con Federica Mogherini" ha detto il nuovo ministro degli Esteri Paolo Gentiloni uscendo dal Quirinale.
E ha aggiunto: "La politica estera non è una partita lontana o esotica ma influisce direttamente sul nostro futuro, su quello economico e sulla nostra sicurezza".



Davide Faraone e Paola De Micheli saranno invece sottosegretari all'Istruzione e all'Economia e prenderanno il posto di Roberto Reggi e Giovanni Legnini. Un'indiscrezione confermata su Twitter dal capogruppo Pd alla Camera Roberto Speranza.



Chi è - Deputato del Pd, Paolo Gentiloni fa parte della Commissione Esteri. Giornalista professionista, ha lavorato al Comune di Roma come portavoce del sindaco e assessore al Turismo e al Giubileo negli anni '90. Eletto in Parlamento dal 2001, è stato presidente della commissione di vigilanza Rai e ministro delle Comunicazioni nel biennio 2006-2008. Eletto a Roma, è Presidente della sezione Italia-Stati Uniti dell'Unione Interparlamentare.
E' componente della Direzione nazionale del Partito Democratico. Laureato in Scienze Politiche ed esperto in comunicazione, è stato coordinatore della campagna dell'Ulivo per le elezioni politiche del 2001. E' stato tra i fondatori della Margherita nel 2002 e ha fatto parte del Comitato dei 45 fondatori del Pd nel 2007.

Leggi tutto