Renzi alle Regioni: "Non medio su 4 mld ma accetto proposte"

1' di lettura

A Palazzo Chigi incontro con i governatori su legge di stabilità. Il premier: "Sui costi standard se voi ci siete io ci sono". Delrio: "Non vogliamo tagliare sanità". Chiamparino: "Nostra proposta in 7 giorni". Arrivata la lettera dell'Ue

"Non c'è spazio per una mediazione, i miliardi sono quattro. Da qui due strade: o lo scontro o ci sono proposte alternative su cui si lavora in queste ore". Lo ha detto il premier Matteo Renzi, secondo quanto si apprende da chi è presente, nell'aprire l'incontro nella Sala Verde di Palazzo Chigi con le Regioni sulla Legge di Stabilità. “Sui costi standard, se voi ci siete, io ci sono” ha proseguito Renzi. "Noi interveniamo solo ex post se le cose non vanno. Se avete una risposta seria, rigorosa, noi ci siamo". E ha ribadito: "Per me la strada è la trasparenza totale di tutte le spese on-line, dal governo alle Regioni".
Per il governo, hanno partecipato oltre al premier il sottosegretario Graziano Delrio, il ministro per gli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta, e il ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi. Per le Regioni presenti il presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino e i governatori della Campania Stefano Caldoro, del Veneto Luca Zaia, del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, della Puglia Nichi Vendola.

Delrio: "Non vogliamo tagliare la sanità" - "Il governo ha garantito piena disponibilità a saldi invariati accogliendo proposte che possono venire dalle Regioni. C'è un accordo per rafforzare l'impianto delle riforme del Paese. Non vogliamo tagliare i servizi ne' tagli alla sanità o ai servizi sociali. Dobbiamo trovare soluzioni per stare con orgoglio in Europa" ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Chiamparino: "Incontro simpatico nei toni, battute non intaccano clima" - "E' stato un incontro simpatico nei toni che è sempre un aspetto non irrilevante della politica. Alcuni scambi schietti di battute non hanno intaccato il clima e il rispetto politico. L'incontro è stato approfondito con una presenza impegnata del primo ministro, che ringrazio. Il punto di convergenza per ora è stato quello che Renzi ha definito il Lodo Chiamparino, ovvero una proposta che in una settimana punti ad un lavoro congiunto per una manovra sostenibile" ha detto il presidente della Conferenza Regioni Sergio Chiamparino in conferenza stampa.
E ha spiegato: "La lettera e lo spirito del 'Lodo Chiamparino' è quello di rendere sostenibile la manovra evitando ricadute sia di tagli che aumenti della fiscalità. Rispettare i saldi non vuol dire che questi siano fatti solo di tagli".
Poi annuncia: "L'incontro di oggi apre una fase nuova. Quando ci si parla ma soprattutto si lavora insieme è sempre una buona premessa per trovare una soluzione. Siamo fiduciosi di riuscire a rendere sostenibile la manovra".

Leggi tutto