Grillo al Circo Massimo: "L'esercito fermi Renzi"

1' di lettura

Il leader del M5S annuncia un referendum sull'uscita dall'euro e attacca il governo: "Con il Jobs Act si creeranno milioni di nuovi schiavi". E aggiunge:"Noi siamo l'unico scudo umano contro questi parassiti che ci governano da mezzo secolo"

"Faccio un appello, vado lunedì al casello di Genova e voglio che l'Esercito italiano arrivi prima di Renzi". Beppe Grillo attacca il presidente del Consiglio evocando l'intervento dell'esercito, che deve "stare con gli italiani" - dice -, "dare una mano per un bene comune e mandare via questi cialtroni". Sembrerebbe un riferimento gli autori della ricostruzione, amministratori e imprenditori, dopo l'alluvione di tre anni fa: "Questa gente va fermata con l'Esercito", aggiunge. E ancora: "Abbiamo coperto il culo peloso delle istituzioni, questi del Pd per 20 anni hanno fatto finta opposizione ma li abbiamo scoperti".
Immediata la replica di fonti di palazzo Chigi: "Che il leader M5s strumentalizzi il disastro di Genova, non è una novità. Già in passato ha cavalcato altre tragedie naturali".

Grillo e il referendum contro l'Euro - Ma Beppe rilancia annunciando l'uscita dei 5 stelle dal Parlamento e un referendum per abbandonare l'Euro, nonché lotta serrata, "con ogni mezzo possibile", al Jobs Act che - sottolinea - "creerà milioni di nuovi schiavi" (VIDEO). E' questa la linea politica che l'ex comico genovese traccia alla festa del M5S al Circo Massimo: contrapposizione al governo Renzi e all'Ue. Un cammino di opposizione, dura e pura, che i sostenitori cinquestelle giunti a Roma per la tre giorni approvano.

Grillo, governeremo noi, scudo umano contro parassiti - Quello di sabato sera è stato il momento clou delal festa. Per l'occasione, sul palco è salito anche Gianroberto Casaleggio (VIDEO). La linea del Movimento è netta: no al Jobs Act che è "una presa per il culo"; un attacco alla Germania della Merkel "che non può dare lezioni a nessuno". Il resto è colore: l'attacco, sempre più violento, ai giornalisti; il cibo km0, il menu vegano, i gazebo, le strette di mano tra cittadini e politici. D'altronde, lo stesso Grillo spiega che "il Dna del Movimento Cinque Stelle non è essere istituzione": "Dobbiamo fare meno mozioni in Parlamento - spiega - e andare più tra la gente, perché in Parlamento ci sono solo nominati come Renzi". E la sera conferma: "Usciremo dal palazzo per andare in piazza. Tutti i parlamentari lo hanno votato". E aggiunge: "Noi andremo a governare e state
molto attenti, perché... lo dice Casaleggio!". E ancora: "Siamo l'unico scudo umano contro questi parassiti che ci governano da mezzo secolo".

Leggi tutto