Emilia Romagna, Bonaccini vince primarie del centrosinistra

1' di lettura

Il segretario regionale uscente del Pd ha ottenuto il 60,93% delle preferenze battendo lo sfidante Roberto Balzani: “Sono molto contento, orgoglioso e onorato di questa responsabilità”. L’affluenza però è stata sotto le attese

Stefano Bonaccini ha vinto con il 60,93% le primarie del centrosinistra in Emilia Romagna, ma sulla consultazione pesa il flop affluenza, con un numero di votanti inferiore agli iscritti del Pd. E’ questo il verdetto delle primarie che hanno incoronato il segretario regionale uscente del Pd a candidato per la presidenza della Regione in vista delle elezioni del 23 novembre.
Terminati gli scrutini degli 800 seggi allestiti su tutto il territorio regionale, Bonaccini ha ottenuto il  60.93% delle preferenze  (pari a  34.751 voti) contro il. 39.07% del suo sfidante Roberto Balzani, ex sindaco di Forlì (22.285 voti).

Affluenza giù - Sotto le attese l'affluenza alla competizione democratica che ha visto 58.119 cittadini alle urne. Un numero decisamente basso se si considera che in Emilia Romagna alle primarie nazionali hanno votato circa 400mila persone e che, nella regione, gli iscritti del Pd sono 75mila.

Bonaccini: “Onorato di questa responsabilità” - "Ovviamente sono molto contento, orgoglioso e onorato di questa responsabilità che mi hanno consegnato gli elettori- ha detto Bonaccini commentando la vittoria - Mi ha appena scritto Matteo Renzi e sono stato al telefono un po' con tutti i nostri dirigenti della regione". "Questo è il primo tempo - ha detto l'ex segretario regionale - e come ho sempre detto la cosa più  importante è il risultato finale. Finalmente ora avremo quasi due mesi per fare una campagna elettorale vera che è quella con gli avversari".

Leggi tutto