Alfano a Sky TG24: "Riforma del lavoro subito e per decreto"

1' di lettura

Il segretario Ncd: "Occorrono regole nuove, fosse per noi il Jobs Act lo faremmo immediatamente e varrebbe per tutti". E su Forza Italia: "Non è né carne né pesce, voti questo provvedimento"

"Fosse per noi la riforma del lavoro la faremmo subito, per decreto e che vale per tutti. Con 12 anni di ritardo la sinistra ha capito che avevamo ragione noi e noi siamo stati determinanti". E' questo il commento di Angelino Alfano, leader di Ncd, sulla riforma del lavoro, mentre prosegue il dibattito e la polemica a sinistra, a poche ore dalla direzione del Pd. Intervistato da Maria Latella (IL VIDEO INTEGRALE), il ministro dell'Interno si dice convinto che "il Paese deve avere un mercato del lavoro con regole nuove".

"Forza Italia voti questa riforma del lavoro" - Quanto ai rapporti con Forza Italia, Alfano dice che "per noi è fisiologico, naturale, quasi doveroso che voti questa riforma. Un anno fa Berlusconi ha commesso l’errore politico più grosso della sua esperienza, far cadere il governo Letta, noi fortunatamente abbiamo deciso di andare avanti".
"Oggi - prosegue Alfano - Forza Italia non è né carne né pesce: non è né pienamente opposizione né maggioranza. Col voto sulla riforma del lavoro Forza Italia deciderà se essere carne o pesce".

"Renzi ha fatto tre sterzate grazie a noi" - "Berlusconi - insiste il segretario di Ncd - è un po’ arrabbiato con noi perché vorrebbe essere al nostro posto: siamo una forza responsabile che dà una mano su riforma di giustizia e riforma del lavoro".
"Renzi - conclude il ministro - grazie a noi ha fatto tre sterzate su antiberlusconismo, antigiustizialismo e mercato del lavoro".

Leggi tutto