Fitto: "Primarie necessarie, Fi il mio partito e ci resterò"

1' di lettura

L'europarlamentare azzurro, intervistato su Sky TG24 da Maria Latella, auspica "un dibattito libero dentro Forza Italia" e sollecita una riorganizzazione del partito: "Dobbiamo essere pronti in caso di elezioni anticipate". VIDEO

"Penso sia indispensabile un dibattito libero dentro Forza Italia, non accetto che mi si dica che le mie tesi debbano essere sostenute da un’altra parte. Io in questo partito ci sono da sempre e continuerò a starci".
Così Raffaele Fitto, intervistato su SkyTG24 da Maria Latella, torna sulla polemica interna al partito e in particolare con la senatrice Maria Rosaria Rossi a proposito delle primarie. "Sostengo che sia necessario fare le primarie, ma non è un tema che voglio agitare contro qualcuno" ribadisce Fitto, indicando nelle consultazioni popolari lo strumento migliore per scegliere i candidati di Fi sul territorio, a cominciare dalle regionali.

"Non sono abituato a rappresentare le fronde - assicura inoltre l’europarlamentare - perché le fronde si muovono nel silenzio ed io sono abituato ad affermare con chiarezza le mie opinioni". "Nel partito c'ero e c'ero quando attraversava un momento di difficoltà - fa notare l'eurodeputato di Fi - c'ero quando altri hanno compiuto le scelte sbagliate di andare via, io ci sono e ci sarò".

Ma Fitto sollecita una riorganizzazione del partito: "Fi deve essere pronta in caso di elezioni anticipate. Deve essere il motore trainante di una riorganizzazione del centrodestra. Ma se la percezione è quella di un'opposizione silenziosa che rischia di perdere credibilità dobbiamo riposizionarci".

Leggi tutto