Riforme, Boldrini: Italia al palo. Padoan: non solo annunci

1' di lettura

La presidente della Camera a Cernobbio: "L'Aula non è un ring". Padoan: "Vedo segnali di ripresa, dobbiamo comunicare meglio". Boschi: "Sprint iniziale non contraddice maratona mille giorni". Salvini: "Boldrini soporifera". Lei replica: "Un gentleman"

"E' chiaro a tutti che non giova e non piace agli italiani vedere l'aula parlamentare come un ring. Mi auguro che ci sia un po’ più di maturità". Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini, a proposito dell'esame delle riforme costituzionali alla Camera arrivando a Cernobbio per il workshop Ambrosetti (VIDEO). "Penso che ci siano motivi di preoccupazione ma confido nel buon senso dei gruppi parlamentari" ha continuato. Poi ha osservato:  "Le riforme sono imperative, ma non ci dobbiamo fermare a quelle", perché "siamo al palo, siamo fermi, un immobilismo che non è più sostenibile in questo Paese".
Sulle riforme, sempre da Cernobbio, è intervenuto anche il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan: "Siamo capacissimi" di fare le riforme per l'Italia, "noi faremo la nostra parte in Europa e l'Europa farà la sua".
Il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, ha rimarcato che per farle c'è la "necessità di una certa velocità. Allo sprint iniziale non è in contraddizione un passo da maratoneti per i primi mille giorni. Quello guidato da Matteo Renzi è l'unico Governo che ha il primato di essere accusato di andare troppo veloce e troppo lento". "Le riforme - ha aggiunto - non sono un'arma di distrazione di massa".

Padoan: "Non facciamo solo annunci, vedo la ripresa" - Nel suo intervento al workshop Ambrosetti, il ministro Padoan sottolinea che il programma dei mille giorni serve "a ridare la competitività al Paese" e spiega che in questo contesto "in cui si fanno nuove riforme e si prosegue con quelle avviate nella speranza che torni la fiducia, bisogna ridare fiducia alle famiglia e alle imprese". E aggiunge: "Le riforme aiutano a migliorare la finanza pubblica e concordo con il ministro Boschi che la riforma del lavoro ha un ruolo centrale". Padoan difende l'operato del governo:  "Non facciamo solo annunci, dobbiamo comunicare meglio quello che stiamo facendo".



Il ministro dell'Economia, che in un intervento pubblicato da sei quotidiani internazionali tra cui la Stampa ha parlato di tre passi che è necessario intraprendere ora (ancorare il fiscal compact ad un "growth compact", un patto per la crescita, affidare monitoraggio delle riforme ad Eurogruppo ed Ecofin), vede comunque "sintomi di ripresa" nel Paese facendo riferimento "ai primi risultati dei mini-bond, che non saranno da prima pagina, ma fanno ben sperare".

"Polizia, capisco la frustrazione ma no a toni troppo accesi" - A margine del workshop Ambrosetti, la presidente della Camera è intervenuta anche sullo sciopero annunciato dalle forze di polizia come protesta al blocco degli stipendi degli Statali. "Le forze di polizia fanno un lavoro essenziale per il paese: io capisco la loro frustrazione ma non sono d'accordo coi toni troppo accesi, perché questo non si giustifica" ha detto. Ma ha aggiunto: "Al tempo stesso spero ci possa essere un margine di negoziato e che il governo sia in grado di trovare qualche soluzione". Infine, ha rivolto un pensiero di vicinanza alla famiglia di Davide Bifolco, il ragazzo di diciassettenne anni ucciso da un carabiniere durante un inseguimento a Napoli.

Salvini: "Boldrini soporifera". La replica: "Un gentleman" - Piccolo botta e risposta a Cernobbio tra il segretario della Lega Nord Matteo Salvini e la presidente della Camera.  Salvini ha detto ai giornalisti di essere "contento di aver portato un po' di dibattito effervescente in un contesto come questo. Anche perché se tutti gli interventi fossero stati come quello della presidente Boldrini, avremmo dormito per un'ora e tre quarti". Secca la risposta della Boldrini: "E' un gentleman. E d'altra parte l'ha dimostrato in molte occasioni".

Leggi tutto