Riforme elettorali, Speranza: "Oggi niente incontro con M5S"

1' di lettura

Il capogruppo dei Democratici alla Camera annuncia che il confronto con i grillini non ci sarà. Stasera riunione del gruppo parlamentare del Pd. Renzi ai dissidenti: "No al Senato elettivo". Il testo in Aula mercoledì. Chiti a Sky TG24: "Così invotabile"

"Oggi non ci sarà nessun incontro con il Movimento 5 Stelle" sulle riforme. Lo scrive il capogruppo del Pd a Montecitorio Roberto Speranza, in una lettera alla presidente della Camera Laura Boldrini. Poco prima Luigi Di Maio (M5S) aveva invece assicurato, in un post su Facebook, che l'incontro ci sarebbe stato. 
"Il Pd - spiega Speranza alla presidente Boldrini - considera questo confronto molto serio ed importante per il dibattito democratico nel nostro Paese e per dare più forma al percorso delle riforme. Proprio per questo riteniamo imprescindibile che tale confronto possa svolgersi solo dopo che saranno pervenute formali risposte alle questioni indicate nei giorni scorsi dal Partito democratico".

Renzi ai dissidenti: "No all'elettività dei senatori" - Stasera si terrà invece la riunione dei gruppi parlamentari a Palazzo Madama del Pd. Il premier Matteo Renzi è intenzionato ad andare avanti con la riforma del Senato, che approda in Aula mercoledì. E ai dissidenti dice: no all'elettività dei senatori.
"Siamo ad un bivio, adesso ognuno deve assumersi la responsabilità delle proprie azioni" è la sfida che stasera, all'assemblea del gruppo, Matteo Renzi lancerà alla fronda interna che minaccia di votare contro il Senato delle Autonomie.

Chiti a SkyTG24: "Riforma invotabile, chi non ha idee insulta" - Dai microfoni di Sky TG24 Vannino Chiti risponde così alle richieste di compattezza della maggioranza del Pd: "Quando non si hanno idee, si ricorre agli epiteti, tipo 'sabotatori', e agli slogan... Se si stesse al merito delle cose si andrebbe avanti meglio". "Guerini forse arriva all'ultimo momento ma io è da quando ero presidente di Regione che ho sostenuto il superamento del bicameralismo paritario". A proposito del nuovo Senato, Chiti parla di "riforma sbagliata e non votabile, ma parlo per me" e torna a chiedere "accordi chiari e sul merito". Poi sottolinea: "Non siamo sabotatori"



Legge elettorale, Di Maio: "Confermo l'incontro con il Pd alle 15" - Prima che Speranza smentisse l'incontro, Luigi Di Maio, dopo aver aperto al Pd, aveva confermato con un post sulla pagina Fb rilanciato anche su Twitter, che l'incontro sulla legge elettorale previsto per le 15 di oggi ci sarà sottolineando che le risposte scritte chieste dal Pd dice: "Sono contenute nell'intervista di ieri".

La pattuglia di FI al Senato intanto affila le armi, nei prossimi giorni tornerà a chiedere la convocazioni del gruppo per continuare quella discussione iniziata con Silvio Berlusconi. L'ex premier, però, non ha intenzione di riaprire la partita, e così anche Matteo Renzi.

Leggi tutto