Farage a Sky TG24: "Con Grillo punti in comune molto forti"

1' di lettura

"Come me crede nella democrazia diretta", dice il leader dell’Ukip sul fondatore dei 5 Stelle. "Vogliamo creare un ampio gruppo euroscettico", aggiunge. E sull’immigrazione: "I Paesi del nord non accetteranno mai l’idea della solidarietà nell’accoglienza"

“Beppe Grillo è un intrattenitore, una persona divertente, un uomo appassionato. Abbiamo punti in comune molto forti”. Nigel Farage, in un’intervista a Sky TG24, parla del fondatore del Movimento 5 Stelle e della possibile alleanza in Europa. “Come me Grillo crede in una democrazia diretta”, dice il leader dell’Ukip.

"Formare un gruppo per lanciare sfida a establishment" - “Quello che voglio fare con Grillo e il Movimento 5 Stelle – ha aggiunto Farage – è di mettere insieme un’associazione in questo Parlamento che porti a un gruppo politico con persone di centrodestra e persone di centrosinistra. Perché io voglio che la voce dell’euroscetticismo non sia vista come una voce di estrema destra o di estrema sinistra. Per lanciare una vera sfida democratica all’establishment di Bruxelles è molto importante formare un gruppo di questo tipo”.

"Solidarietà nell'accoglienza non sarà accettato da Paesi del Nord"
- Sull’immigrazione il leader dell’Ukip ha detto: “Se non avessimo bombardato e destabilizzato la Libia non avremmo queste barche che arrivano sempre più numerose. Tutto questo è la conseguenza della nostra politica estera, completamente sbagliata. Comunque io credo che tutta l’idea della solidarietà nell’accoglienza è un’idea che i Paesi del nord non accetteranno mai”.

Leggi tutto