Alfano: Fi crolla, noi un milione e duecentomila voti

1' di lettura

Ncd supera la soglia del 4% e avverte: a Renzi dico che il governo non è monocolore Pd. Il partito di Berlusconi non va oltre il 16%. L'ex cavaliere si congratula con l'ex sindaco e aggiunge: "Risultato negativo. Lavorerò per riunire i moderati"

"Abbiamo superato lo sbarramento alla faccia di chi non voleva". Il leader del Nuovo centrodestra e ministro dell'Interno commenta così, in conferenza stampa, i risultati delle Europee (SPECIALEFOTO - VIDEO - LIVEBLOG) e rivolge una stoccata al partito di Silvio Berlusconi: "Forza Italia crolla, noi abbiamo un patrimonio enorme sul quale costruire il futuro: un milione e duecentomila voti per ricostruire l'area moderata".
E interviene anche l'ex cavaliere che, attraverso una nota, esprime tutta la sua delusione (Forza Italia non va oltre il 16%), ma non rinuncia a rilanciare il suo partito: "Siamo opposizione intransigente ma responsabile, siamo al tempo stesso i partner decisivi, senza i quali in Parlamento non ci sono numeri per fare riforme vere, definitive e durature per il bene del Paese".

Alfano: a Renzi dico non è monocolore Pd -  Rivendica il ruolo di Ncd anche Alfano, che avverte: "Il governo deve tenere conto che noi siamo il pilastro di centrodestra dell'esecutivo. Diremo sì ai programmi che corrispondono ai nostri valori ma che non
possono essere piegati alle esigenze del Pd". E aggiunge: "A Renzi dico chiaro che il suo
governo non è un monocolore Pd". Il di Ncd garantisce poi che il suo partito si impegnerà nel cammino delle riforme e lavorerà "per organizzare un centrodestra unito e vincente che possa sfidare e vincere la sinistra e quel Pd che ha conquistato i voti moderati".

Berlusconi: ripartirò anche questa volta - "E' un risultato negativo" ammette invece Berlusconi. Ma non si arrende: "Nella mia vita e in questi venti anni in politica sono dovuto ripartire più volte. Garantisco che sarà così anche stavolta". Fa i complimenti a Matteo Renzi ("ha ottenuto un grande successo personale, favorito da una serie di circostanze favorevoli irripetibili. Ora vedremo come lo userà") e parla del suo obiettivo futuro: "La  mia stella polare resta l'unità delle forze moderate alternative alla sinistra. Ho iniziato il mio impegno in politica per unire tutti i moderati, intendo proseguirlo lavorando per ricomporre la perduta unità".

Leggi tutto