Tasi, Delrio: "Prossima settimana si decide su proroga"

1' di lettura

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ospite a L’intervista di Maria Latella su Sky TG24: "Non necessaria misura correttiva". Su Alitalia: "Condizioni per siglare preaccordo entro giugno". Su Expo: "Non possiamo fermarlo, grande occasione"

Graziano Delrio è l’ospite de L’intervista di Maria Latella su Sky TG24. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, da Reggio Emilia, parla di vari temi: dalla Tasi all'Expo, dalle elezioni europee ai provvedimenti del governo (L'INTERVISTA INTEGRALE).

Tasi, si decide su proroga - "In queste ore è in corso un incontro con i sindaci e il governo e penso che la prossima settimana si saprà se ci sarà una proroga o no", ha detto Delrio sulla nuova imposta. Un invito, poi, ai "Comuni a decidere alla svelta" e ai cittadini: "Abbiate pazienza con i vostri sindaci".

"Expo grande occasione per l'Italia" -
"Non possiamo fermare l'Expo. Ci sono già 140 Paesi che si sono iscritti e che aspettano di venire. E' una grande occasione per l'Italia", ha detto Delrio nell'intervista. "Certo - ha aggiunto - questi avvoltoi, questi faccendieri, fanno molto male all'immagine del nostro Paese". Delrio ha anche assicurato che il commissario Raffaele Cantone "avrà i poteri che chiede". Sui politici corrotti e sulla proposta di Renzi di dare il Daspo, il sottosegretario ha detto: "Noi seguiamo quello che dice la Costituzione" e che cioè "un cittadino è innocente fino alla sentenza definitiva. Ma da parte nostra assicuro che c'è rigore totale". "Siamo determinati a fare della legalità e del buon costume dei politici un nuovo corso", ha aggiunto, concludendo che "l'Italia ha bisogno di una rivoluzione etica dei comportamenti sia individuali che collettivi".



Alitalia, preaccordo entro giugno - Sulla trattativa Alitalia-Etihad, il sottosegretario ha detto: "Credo che le condizioni per siglare un preaccordo entro giugno ci siano". "Sono necessari piccoli sacrifici, altrimenti perdiamo tutto", ha aggiunto.

M5S ed elezioni europee - "Prendo atto che il Pd l'anno scorso era leggermente indietro rispetto al M5S e quindi se sorpasso ci sarà, sarà del Pd nei confronti del Movimento 5 stelle. E sarà un fatto enorme perché tutti quelli al governo pagano molto”, ha detto il sottosegretario sulle elezioni del 25 maggio. "Se il Pd vince il sorpasso - ha proseguito - vuol dire che ha convinto italiani e che ha fatto un'alleanza con l'Italia perbene". Delrio ha parlato anche di Matteo Renzi ("Lavoriamo bene insieme perché è un uomo concreto"), delle nuove misure del governo ("Sapevamo che non avrebbero influenzato il primo trimestre, avranno effetti tra due o tre mesi"), di elezioni anticipate ("Non credo che a ottobre si voterà. Il nostro orizzonte è il 2018. L'Italia ha bisogno di stabilità e il Pd e suoi alleati hanno numeri per governare").

Leggi tutto