Madia: "Dipendenti pubblici in media troppo anziani"

1' di lettura

Il ministro della Pubblica amministrazione parla della futura riforma: "Tre milioni e mezzo di impiegati non sono tanti ma la media dell'età è alta". E sulle prefetture dice: "Hanno ruolo fondamentale ma occorre accorparle per migliorarne efficienza"

"Non vogliamo chiudere tutte le prefetture. Non diciamo che sono inutili". Così il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, intervistata da Maria Latella su Sky TG24 (L'INTERVISTA INTEGRALE), commenta uno dei punti della futura riforma presentata dal governo e che arriverà in Consiglio dei ministri il 13 giugno.
Le prefetture "svolgono un ruolo fondamentale", aggiunge il ministro, e il piano del governo è di ridurne il numero, accorpandole per migliorarne "l'efficacia e l'efficienza".
Madia spiega poi che "va fatta una razionalizzazione delle direzioni generali di tutte le amministrazioni centrali. Credo che le direzioni generali che non hanno un numero minimo di componenti può essere accorpata o eliminata".

"Dipendenti troppo anziani" - "Tre milioni e mezzo di dipendenti pubblici non sono troppi ma sono in media troppo anziani", aggiunge, spiegando che "partiremo dall'istituto della cancellazione in servizio", perché "credo valga valorizzata una generazione di mezzo, i quaranta-cinquantenni".
Il ministro si dice poi convinta che "l'eccesso di burocrazia non è un nemico di Renzi ma un nemico dei cittadini italiani". E aggiunge: "Io riconosco in Renzi la capacità di rompere le ritualità, in questo è oltre Berlusconi".

"Dal sindacato mi aspetto consigli e suggerimenti" - Quanto agli attriti coi sindacati, e in particolare con la Cgil, Madia spiega che "con certezza tutti noi ascolteremo le loro proposte sui punti specifici, mi aspetto consigli e suggerimenti"(VIDEO).



cQuanto alla riforma dell'ex ministro della P.A. Renato Brunetta, ha adottato un "approccio sbagliato" nel cercare di fare la sua riforma. "Ha pensato di poter fare una riforma contro i dipendenti pubblici" e non contro i meccanismi della P.A., che "non valorizzano le persone".

Leggi tutto